Volvo XC40 Recharge: ora i 400 Km Full Electric sono ufficiali

Volvo XC40 Recharge è ufficialmente in pista con una modalità 100% elettrico che garantisce una autonomia di ben 400 Km con singola ricarica.

0
122

Volvo XC40 Recharge è ufficialmente in pista con una modalità 100% elettrico che garantisce una autonomia di ben 400 Km con singola ricarica. La prima auto del costruttore svedese arriva dopo un primordiale annuncio basato sull’analisi del nuovo infotainment Android Automotive OS che ha rivelato in tutto e per tutto alcune caratteristiche del mezzo. Entro cinque anni il brand conta di sfornare una nuova auto all’anno nel comparto elettrico. Si parte con questa XC 40 di nuova generazione. Tutta da scoprire.

 

Volvo XC40 Recharge: grande autonomia e tutta la tecnologia che cerchi per la tua auto

Recharge sarà il marchio distintivo dei nuovi veicoli elettrici made by Volvo. La propulsione a trazione elettrica offre una autonomia di 400 Km per la nuova XC 40. La potenza è di 408 CV e si sviluppa lungo il percorso a fronte di una ricarica veloce che porta la batteria  dal 10 all’80% in soli 40 minuti grazie al supporto dei 150 KW.

“L’abbiamo ripetuto diverse volte in passato: per Volvo Car il futuro è elettrico. Oggi, con il lancio della nostra XC40 a trazione elettrica e della linea di prodotti Recharge, facciamo un nuovo importante passo in quella direzione”.

Questo è stato il commento del CEO Håkan Samuelsson che intende spingere fortemente sull’acceleratore per il processo di elettrificazione su quattro ruote. Nello specifico:

  • dal 2020 quando si accede al sito Volvo verrà chiesto se si desidera un modello Recharge o meno
  • entro i prossimi 5 anni l’obiettivo è avere metà della flotta solo elettrica
  • l’altra metà sarà ibrida
  • 1 auto venduta da Volvo su 5 entro il 2020 sarà ibrida plug-in
  • entro il 2040 Volvo intende diventare un’azienda a impatto zero sul clima
  • per spingere sulle vendite dell’ibrido, Volvo offrirà gratuitamente per un anno l’elettricità necessaria per le ricariche dei modelli plug-in sotto forma di rimborso, basandosi sul costo medio dell’energia nel lasso di tempo preso in considerazione