Volvo e la guida autonoma: scelta la piattaforma DRIVE Orin di NVIDIA

Il progetto di guida autonoma della celebre casa automobilistica svedese passerebbe attraverso la collaborazione con NVIDIA e la sua tecnologia DRIVE Orin

0
189

Il mondo delle auto elettriche sta diventando sempre più d’attualità e proprio per questo i colossi stanno cercando di adeguarsi. Lo sviluppo di soluzioni interessanti come lo è la guida autonoma arrivano grazie ad alcune e ben precise esperienze compiute dai colossi del mondo dei computer. Proprio per questo motivo c’è bisogno di hardware sempre più performanti e che siano in grado di compiere processi sempre più elaborati. A tal proposito Volvo ha deciso di avviare la sua collaborazione con NVIDIA per utilizzare la sua tecnologia meglio conosciuta come DRIVE Orin.

 

Volvo si unisce a NVIDIA per l’utilizzo del suo DRIVE Orin: l’apripista sarà la Volvo XC90

Questa nuova piattaforma del colosso che spesso si dedica al gaming sarà capace di una capacità di calcolo pari a 254 trilioni di operazioni al secondo. La prossima generazione di Volvo dunque utilizzerà questa soluzione basandosi sempre sulla sua piattaforma SPA2. Le sperimentazioni partiranno con la nuova Volvo XC90 che arriverà nel 2022.

Il computer supportato dal sistema NVIDIA DRIVE Orin costituisce un elemento chiave per consentire una guida autonoma sicura e continuamente aggiornata. Opererà con il software sviluppato internamente da NVIDIA in collaborazione con Zenseact, la società di Volvo Cars che si occupa dello sviluppo di software per la guida autonoma, oltre che con i sistemi di assistenza per sterzo e frenata.”