Voli cancellati durante la pandemia: Omicron lascia a terra migliaia di aerei

Tantissimi voli sono stati cancellati a causa di Omicron, la variante del Covid che viaggia più veloce di ogni aereo disponibile

0
34

La situazione sembra essere grave come mai visto prima d’ora almeno per quanto riguarda l’organizzazione dei trasporti. La nuova variante sudafricana corre molto veloce, tanto da lasciare a terra migliaia di voli che sarebbero dovuti partire regolarmente. Secondo quanto si apprende dalle fonti ufficiali, tra la fine della settimana di Natale e il 27 dicembre, sono stati circa 10.000 i voli cancellati ufficialmente.

Omicron dunque sta fortemente condizionando i trasporti aerei, determinando anche ritardi in tantissimi aeroporti internazionali. Anche a capodanno sono stati tantissimi i voli cancellati, con la situazione che sembra essere in netto peggioramento. Le compagnie aeree hanno dovuto dunque rivedere i propri programmi, come ad esempio United Airlines che venerdì e sabato dell’ultima settimana di dicembre ha annullato ben 439 voli che corrispondono al 10% di quelli programmati.

L’Italia è uno dei paesi più colpiti e a quanto pare sono stati tanti anche in questo caso i voli cancellati. Secondo quanto riportato, dal 9 gennaio scorso fino ai primi giorni del mese di febbraio, tutti i voli Ryanair partenti e in arrivo presso l’aeroporto di Pescara, tranne quelli per l’aeroporto di Bergamo, sono cancellati. Tutto quello che sta dunque accadendo al settore dei trasporti aerei potrebbe ben presto arrivare a paralizzare i vari paesi, bloccandone i servizi principali. Proprio per questo motivo si stanno studiando nuove misure per andare a modificare tutte le regole della quarantena, in modo da provare a non bloccare l’intero paese ancora una volta.