Virgin Atlantic è in fallimento: società nel baratro tenta di salvarsi

Virgin Altlantic Limited ha comunicato che dal mese prossimo non risulterà più attiva in caso di disapprovazione del piano di salvataggio.

0
53

Virgin Atlantic è una compagnia aerea britannica controllata al 51% da Virgin Group e al 49% da Delta Air Lines. Insignita di un rating di 4 stelle usa una flotta mista di aerei Airbus e Boeing e opera verso destinazioni in Nord America, Caraibi, Africa, Medio Oriente e Asia dalle sue principali basi a Londra (Heathrow e Gatwick). O forse sarebbe meglio parlare al passato. Infatti, Richard Branson non se la sta passando bene per i voli commerciali. Si prevede istanza di fallimento per una società fortemente condizionata dalla pandemia. Ecco le ultime novità.

 

Virgin Atlantic fallisce: le ultime novità

Complice il Coronavirus la compagnia britannica vive tempi assai difficili. Negli Stati Uniti ha richiesto la protezione fallimentare per le sue attività dopo aver annunciato lo scorso mese un piano di salvataggio da 1,6 miliardi di dollari. La domanda di protezione è stata inoltrata nel distretto meridionale di New York con capitolo 15, ovvero modalità offerta alle società straniere per consentire ai tribunali fallimentari statunitensi di riconoscere gli sforzi di ristrutturazione aziendale in corso all’estero. Non c’è ancora un “cessata attività” con le operazioni che non sono state ancora liquidate.

Virgin Altlantic Limited ha comunicato che dal mese prossimo non risulterà più attiva in caso di disapprovazione del piano di salvataggio. Nello specifico la società tenta di rinegoziare i contratti di locazione sulla maggior parte dei suoi aerei, nonché i prestiti ricevuti che non potrà più rimborsare completamente.