Vendita auto: novembre ben al di sopra delle aspettative

Il mercato delle auto del mese di novembre ha fatto registrare un ragguardevole incremento positivo delle vendite rispetto all'anno precedente.

0
72

Il mercato delle auto del mese di novembre ha fatto registrare un ragguardevole incremento positivo delle vendite rispetto all’anno precedente. Per l’Italia ci sono ottime notizie sul fronte nuove immatricolazioni con un aumento totale del 2.17%.

 

Mercato auto in Italia: la situazione aggiornata a novembre 2019

Nel corso del mese precedente sono state vendute 150.587 veicoli per un complessivo di 1.755.884 auto in tutta Italia. Rispetto allo scorso anno il calo non è evidente con un appena 0.58%. Per Fca vediamo un leggero calo del 4% rispetto allo stesso mese del 2018 con un totale di 34.033 vendite. Rispetto alla quota del 24% si scende al 22.6% nel 2019 con un numero di immatricolazioni pari a 421.015, il 10% in meno rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, la quota è scesa dal 26.2% al 23.71%.

Nella top ten delle auto più vendute troviamo Lancia Ypsilon e Fiat 500X insieme a Fiat Panda. Lancia a novembre ha registrato 4.300 auto vendute, con una quota del 2.9%, nell’anno sono state immatricolate 54.800 vetture della Casa, il 24% in più rispetto al 2018. La Ypsilon è la seconda più venduta del segmento B con una quota del 15.6%. Jeep invece immatricola 5.900 auto a novembre, ottenendo il 3.95% di quota di mercato, in crescita rispetto a ottobre. I modelli che vanno bene sono Cherokee, Renegade e Compass.
Centro Studi Promotor commenta i dati dicendo:

“Un risultato non negativo, ma neppure brillante, dovuto in larga misura a un forte apporto di immatricolazioni di vetture destinate ad essere vendute sul mercato dei chilometri zero.

Il risultato non tiene conto del forte impatto negativo che sulla domanda ha avuto la presentazione del disegno di legge finanziaria per il 2020, che contiene ancora una volta misure vessatorie nei confronti dell’automobile, sia sull’affluenza di potenziali visitatori nelle show room dei concessionari sia sulla raccolta di ordini”.