Unione Europea: appello per lo stop alle endotermiche per il 2035

L'Unione Europea lancia l'allarme e fa un appello: bisogna dire stop ai veicoli con motori endotermici entro il prossimo 2035

0
124

La notizia dell’ultim’ora riguarda un appello sottoscritto da parte di 27 grandi aziende che hanno voluto comunicare con la Commissione Europea. Colossi del calibro di IKEA, Enel X, Uber e Volvo fanno parte di questa spedizione, la quale chiede a gran voce una data per lo stop alla vendita delle auto benzina e diesel entro il prossimo 2035.

Transport & Environment, principale promotrice della mozione, vuole informazioni a riguardo visto che a giugno dovranno essere stabiliti nuovi standard per il settore automobilistico che saranno compresi nel pacchetto “Fit For 55”, il quale permetterà all’Unione Europea di puntare ad una riduzione delle emissioni del 55%. Questa sarà la strada intermedia fino al prossimo 2050 in cui si dovrà arrivare alla cosiddetta “carbon neutrality“.

 

Unione Europea alle strette: le aziende chiedono una data per l’interruzione della vendita delle endotermiche

I legislatori europei devono stabilire quest’anno una nuova e più ambiziosa legislazione sul clima per garantire che l’Unione Europea faccia la sua parte nel dimezzare le emissioni globali di questo decennio. Il pacchetto “Fit for 55” determinerà se l’Europa è sulla buona strada per raggiungere la carbon neutrality entro il 2050 e adempiere ai propri obblighi previsti dall’accordo di Parigi. Determinerà anche il futuro di una delle maggiori fonti di gas serra e inquinamento atmosferico in Europa (automobili e furgoni).

Insieme, le autovetture e i veicoli commerciali leggeri sono responsabili del 15% di tutte le emissioni di anidride carbonica dell’Europa e sono la principale fonte (26%) di emissioni di ossido di azoto, che causano malattie croniche, abbreviando la vita di 54 mila europei ogni anno. Inoltre, costano oltre 200 miliardi di euro all’anno in importazioni di petrolio.”