Toyota e Subaru: ecco il nuovo accordo per i veicoli elettrici

Toyota e Subaru hanno preparato un nuovo accordo per l'elettrificazione dei veicoli. La partnership datata 2005 stabilisce il piano commerciale per lo sviluppo di veicoli sportivi a trazione posteriore per i modelli Toyota GT86 e Subaru BRZ. Ecco che cosa è stato detto in sede di Conferenza Stampa.

0
48

Toyota e Subaru hanno preparato un nuovo accordo per l’elettrificazione dei veicoli. La partnership datata 2005 stabilisce il piano commerciale per lo sviluppo di veicoli sportivi a trazione posteriore per i modelli Toyota GT86 e Subaru BRZ. Ecco che cosa è stato detto in sede di Conferenza Stampa.

 

Toyota e Subaru: ecco l’accordo per la creazione delle auto sportive elettriche del futuro

“Tra la nostra azienda e la Toyota c’è un’alleanza che ha giù una storia di 14 anni. Durante questo periodo, abbiamo approfondito i nostri rapporti in vari campi come sviluppo del prodotto, produzione e vendite, anche attraverso scambi di personale. Con un ulteriore passo avanti perfezionando le nostre tecnologie, rafforzeremo la nostra capacità di rispondere al CASE e ad altre esigenze. Questo nuovo passo nella nostra alleanza con Toyota porterà a miglioramenti, e sono sicuro che i nostri clienti apprezzeranno ciò che offriamo grazie ai nostri sforzi.”

La mobilità sta cambiando e le due aziende sono pronte ad abbracciare il trend della guida eco sostenibile a batteria. In scena è apparso il nuovo acronimo CASE (Connected, Autonomous, Shared & Electric), chiara anticipazione di un avvenire in cui prospereranno i veicoli del domani. Le recenti inversioni del trend hanno spinto le due realtà a convergere ed onorare il patto che svilupperà una piattaforma dedicata ai veicoli elettrificati e un modello 100% elettrico frutto dell’esperienza nella  trazione integrale di Subaru e le tecnologie delle ibride Toyota.

“Durante questo periodo di profonda trasformazione, anche se con CASE le auto cambieranno, il piacere di guida rimarrà parte integrante delle automobili ed è qualcosa che penso dobbiamo continuare a preservare fortemente. Nel frattempo, noi della Toyota abbiamo fatto del nostro meglio per affinare le nostre tecnologie a trazione integrale partecipando al World Rally Championship. Le nostre aziende, che hanno entrambe perseguito a lungo il piacere di guidare, ora vogliono perseguire le possibilità di rendere le auto sempre migliori e adatte all’era CASE riunendo i nostri punti di forza e approfondendo ulteriormente il nostro rapporto”.