Tesla: niente più Bitcoin per acquistare le auto, troppi rischi per l’ambiente

Elon Musk avrebbe scelto di non consentire più i pagamenti in Bitcoin per l'acquisto delle auto di casa Tesla, il tutto in favore dell'ambiente

0
197

Sembra che una delle decisioni iniziali in casa Tesla sia stata totalmente rivista e cambiata. Infatti il colosso non accetterà più i pagamenti per l’acquisto delle sue auto in Bitcoin. La scelta, che a molti potrebbe sembrare strana e in netta antitesi con quanto detto mesi addietro, è stata presa per una questione ambientale.

L’estrazione del Bitcoin e tutte le transazioni che lo riguardano infatti richiedono tanta energia che viene prodotta bruciando combustibili fossili. Proprio per questo motivo i problemi dei consumi energetici di tale criptovaluta, possono portare a problematiche gravi per l’ambiente. Per questo motivo Elon Musk ha preso tale decisione dicendo sì preoccupato di un probabile aumento dell’utilizzo dei combustibili fossi lì per la produzione di energia elettrica destinata all’estrazione dei Bitcoin.

 

Tesla e Bitcoin non vanno d’accordo: Elon Musk stoppa i pagamenti con la nota criptovaluta

In basso trovate il comunicato del CEO in lingua madre:

“Tesla has suspended vehicle purchases using Bitcoin. We are concerned about rapidly increasing use of fossil fuels for Bitcoin mining and transactions, especially coal, which has the worst emissions of any fuel. Cryptocurrency is a good idea on many levels and we believe it has a promising future, but this cannot come at great cost to the environment. Tesla will not be selling any Bitcoin and we intend to use it for transactions as soon as mining transitions to more sustainable energy. We are also looking at other cryptocurrencies that use <1% of Bitcoin’s energy/transaction.”