Taxi elettrici: in Inghilterra arriva la ricarica wireless

In Inghilterra si valuta il nuovo impulso all'eco sostenibilità del settore trasporti con i nuovi taxi elettrici con sistema di ricarica wireless.

0
84

In Inghilterra si valuta il nuovo impulso all’eco sostenibilità del settore trasporti con i nuovi taxi elettrici con sistema di ricarica wireless. Il Governo britannico ha deciso di investire 3.400.000 sterline (quasi 4.000.000 di euro) in un sistema di ricarica wireless per i taxi elettrici a Nottingham. Scopriamo insieme tutte le novità più interessanti del momento.

 

Taxi elettrici: dall’Inghilterra una nuova idea

Il progetto parte dal Regno Unito. Si discute della necessitò di circolare in strada con mezzi green che chiaramente hanno bisogno di ricariche frequenti. Si pensa di risolvere la questione nei tempi morti tra il passaggio dall’uno all’altro cliente. Una soluzione che non potrebbe passare per le classiche colonnine elettriche.

Con un sistema di ricarica wireless, invece, si andrebbero a superare tutti i problemi con una piattaforma che consentirebbe di alimentare più taxi elettrici in contemporanea, rendendo anche la procedura di ricarica molto più semplice. Inoltre, un taxi potrebbe effettuare piccoli rabbocchi di energia tra un cliente e l’altro, mantenendo sempre carica la batteria.

In futuro si prevede una applicabilità su larga scala da estendere anche ai detentori di auto elettriche con una infrastruttura mobile sempre disponibile. Sicuramente più ampia, tecnologica e meno invasiva di quella attuale. La soluzione odierna, infatti, prevede molto colonnine e grande ingombro stradale.

Il progetto prevede una fase trial di 6 mesi durante la quale 10 taxi elettrici Nissan e LEVC saranno dotati di questa tecnologia che sarà, quindi, sperimentata per testarne la validità. Obiettivo finale, quello di rendere gli spostamenti più sostenibili in un momento dove l’inquinamento atmosferico ha raggiunto livelli critici.