Suzuki Misano, il concept a metà tra un’auto e una moto stupisce

Alcuni studenti del Master in Transportation Desing di IED Torino avrebbero disegnato un concept che unirebbe casa Suzuki con un'auto e una moto

0
118

Sul web, lato motori, non si parla d’altro: sarebbe venuto a galla un concept molto interessante che andrebbe a riguardare molto da vicino casa Suzuki. Alcuni studenti del Master in Transportation Design di IED Torino  avrebbero infatti realizzato alcuni render di un’automobile che andrebbe a racchiudere l’indole di Suzuki sia dal punto di vista delle moto che delle auto.

Il tutto è avvenuto su richiesta da parte della causa automobilistica, la quale aveva chiesto la realizzazione di un modello che andasse ad incarnare il suo DNA. Il tutto ispirandosi alle “suggestioni evocate dal titolo del capolavoro felliniano” La Dolce Vita. Nasce dunque un prototipo che riesce a mettere in mostra grande aggressività ma soprattutto tecnologia ed emozioni racchiuse all’interno del noto film.

Il nome è Suzuki Misano, il quale porta a pensare alle gare in moto di Suzuki. Interessanti le misure che riguardano il mezzo fortemente aerodinamico che accoglie solo due persone: una davanti e una dietro. Ecco 4.000 mm di lunghezza x 1.750 mm di larghezza x 1.000 mm di altezza, con un passo di 2.600 mm. Si tratta di una concept totalmente elettrico con il pacco batteria sotto il pianale. Al posto del volante ecco una sorta di manubrio. Queste le parole di Paola Zini, Direttore IED Torino:

Misano è il risultato del lavoro di squadra dei nostri studenti che, da tutto il mondo, hanno scelto Torino per prepararsi al loro futuro professionale. Trovano in IED il contesto fertile e internazionale che permette di acquisire nuove competenze, sviluppare provocazioni progettuali e sperimentare con la propria creatività e lo sguardo proiettato al futuro del settore. Il confronto e la collaborazione con aziende caratterizza i due anni del percorso formativo, che culmina con la progettazione di un modello in scala 1:1 secondo le dinamiche di un centro stile, preparando gli studenti a essere professionisti pronti ad affrontare le sfide del mercato.”