Stellantis non ci sta, Tavares: auto elettriche troppo costose e imposta dall’alto

Stellantis mediante il suo amministratore delegato ha dichiarato le auto elettriche ancora troppo costose e imposte dall'alto

0
179

Il rapporto di Stellantis con le auto elettriche non sembra ancora decollare. Più volte infatti è stata espressa la perplessità in merito a questo aspetto da parte soprattutto di Carlos Tavares, amministratore delegato del gruppo. Egli crede infatti che si tratti di una decisione che provenga dall’alto e imposta con una certa brutalità da parte dei governi.

Se offri una mobilità pulita accessibile solo ai clienti ricchi, non avrai un impatto significativo sulle emissioni di carbonio“, ha aggiunto il manager. “È difficile vendere un’auto a batteria da 30 mila euro quando le persone possono acquistare il corrispondente modello tradizionale alla metà del prezzo“.

Il manager crede inoltre che i costi siano proibitivi, soprattutto per un mercato come quello attuale che sta risentendo della crisi. Proprio a tal proposito ha spinto i fornitori a rivisitare totalmente la catena dedicata alle forniture:

Più a lungo durerà la crisi dei chip, più difficile sarà sostenere l’attuale modello di business dell’industria automobilistica“.

Intanto è stato smentito ufficialmente anche ogni intento riguardante operino straordinarie:

Voglio essere chiaro, in questo momento ho abbastanza da fare, sto cercando di creare Stellantis“.

Riguardo agli investimenti nel Regno Unito riguardo alla mobilità elettrica ha dichiarato:

Siamo in attesa del via libera dell’amministrazione del Regno Unito“. Non poteva inoltre mancare la dichiarazione sulla guida autonoma: “La guida autonoma non prenderà mai il sopravvento completamente: ci sarà sempre spazio per il piacere di guida”.