Stellantis non chiuderà stabilimenti e non effettuerà tagli ma persiste il timore

Il dirigente portoghese Carlos Tavares ha assicurato i sindacati francesi riguardo alle intenzioni di Stellantis in merito ai prossimi mesi

0
161

I lavoratori di Stellantis, soprattutto in Francia, sono stati fortemente rassicurati da Carlos Tavares, dirigente portoghese dell’azienda. Questo ha ribadito infatti che non ci saranno riduzioni dell’organico e che gli impianti non saranno assolutamente chiusi.

Nonostante abbia celebrato a più riprese l’importanza degli stabilimenti francesi, Carlos Tavares non ha fornito rassicurazioni tali da convincere i sindacalisti.

I timori dei sindacalisti in merito agli stabilimenti Stellantis in Francia

Christine Virassamy del sindacato Cfdt ha rilasciato le seguenti dichiarazioni:

Carlos Tavares ci ha ascoltato, ma senza rispondere veramente alle nostre domande. Per avere delle risposte bisognerà attendere la presentazione del piano strategico di Stellantis”. Più nel dettagli, l’ad del gruppo non avrebbe parlato delle ormai celebri sinergie che si ritrovano alla base della partnership di fusione tra FCA e PSA. Inoltre non avrebbe fornito indicazioni in merito all’impatto della transizione verso la mobilità elettrica. Negli ultimi giorni, i sindacati francesi hanno mostrato qualche grattacapo in merito al sito di Douvrin e per la sua conversione in una fabbrica di batterie per Acc, la joint venture costituita da PSA con la Total.

Non abbiamo compreso il trasferimento della produzione del motore EP in Ungheria e abbiamo chiesto chiarimenti alla dirigenza: quale produzione manterrà il sito di Douvrin? Quali saranno volumi? E quale transizione possiamo prevedere nella conversione del sito per la produzione di batterie?”. Così ha terminato la Virassamy. Ci sarà dunque ancora da chiarire la situazione, ma di certo l’azienda non si tirerà indietro nei prossimi giorni dal farlo.