Sebastian Vettel: la F1 deve cambiare per sopravvivere ancora a lungo

Secondo quanto dichiarato dal campione di Formula 1 Sebastian Vettel, il Circus ha bisogno di alcuni cambiamenti per andare avanti

0
57

Sebastian Vettel, il quale ha rappresentato largamente la storia di un breve periodo della Formula 1, ad un’intervista con Motorsport.com ha dichiarato che c’è bisogno di alcuni cambiamenti per la sopravvivenza della Formula 1. Per lui si tratta di un mondo dove a parlare sono solo i risultati e questo è totalmente controproducente.

La cosa brutta è che in Formula 1 si discute solo di risultati, perdi alcune posizioni, perdi dei punti, perdi un’opportunità, alla fine non vinci il campionato per quello, ma importa davvero? Nel mondo reale stiamo facendo del male a delle persone non prendendocene cura, e questo ha un enorme impatto sulle loro vite, non sono un risultato o dei punti o un campionato, ma parliamo della vita di tante persone e del loro futuro. Quando parlo di questo tipo di cose, non so, forse è un sentimento di giustizia quando vedo cose ingiuste, quindi sono felice di parlarne.”

La Formula 1 ha bisogno di diventare quindi più ecologica, visto che ci sono a disposizione tutte le risorse opportune per farlo:

“Stiamo vivendo in un’epoca che ci mette a disposizione innovazioni e tecnologie che possono permetterci di rendere ecologica anche la Formula 1, e farlo senza andare a scapito dello spettacolo, della velocità, della sfida e della passione. Abbiamo a disposizione tanti professionisti con grande intelligenza e potere ingegneristico, e sono certo che potremmo trovare molte soluzioni. Se penso ai regolamenti attuali, dico che sono molto entusiasmanti, con un motore super efficiente, ma di fatto è inutile, perché non sarà mai una tecnologia che sarà a disposizione tra due anni sulle vetture stradali. Quindi credo che ci si debba porre la domanda: qual è la rilevanza di tutto ciò?”

E’ quindi tempo di cambiamenti importanti:

“Oggi alcune persone stanno discutendo del futuro del nostro sport in termini di regolamenti tecnici e potrebbero decidere ed avvallare un cambiamento rilevante, che secondo me sarebbe una buona cosa per la Formula 1, ed è anche una cosa vitale. Se non sarà così, non sarò ottimista, penso che la Formula 1 scomparirà. E probabilmente per dei buoni motivi, perché siamo nella fase in cui siamo coscienti di aver commesso degli errori e non abbiamo più tempo per continuare a commetterne altri.”