Ryanair di nuovo in volo da luglio: ecco i nuovi obblighi per i passeggeri

Secondo quanto comunicato da Ryanair i velivoli della compagnia torneranno a sorvolare i cieli a partire da Luglio con nuovi obblighi per gli utenti..

0
91

Secondo quanto comunicato da Ryanair i velivoli della compagnia torneranno a sorvolare i cieli a partire da Luglio con nuovi obblighi per gli utenti. In particolare il comunicato stampa ufficiale della compagnia cita l’espresso obbligo di utilizzo delle mascherine. Si punta ad un graduale ritorno alla normalità tanto auspicata in queste settimane. Ecco cosa è stato detto a tal proposito.

 

Ryanair ripristina i voli passeggeri: si parte in estate ma con nuove precauzioni

Dal primo luglio sarà ripristinato il 90% delle rotte, anche se la frequenza delle tratte subirà una netta contrazione causa diffusione del recente virus pandemico. A garantire la massima sicurezza saranno gli addetti ai controlli incaricati di far rispettare le nuove norme dettate dai precisi protocolli sanitari che dovranno essere seguiti da tutti.

Ryanair farà poi compilare un modulo in cui le persone dovranno fornire dettagli sulla durata del loro itinerario e dove alloggeranno. Le info raccolta saranno condivise con i Governi Europei allo scopo di monitorare le misure di isolamento sociale e garantire la creazione di deleteri assembramenti. Per poter utilizzare i servizi igienici sarà necessario interpellare preventivamente il personale di bordo che sarà anch’esso munito di apposita mascherina sanitaria.

Ryanair raccomanda poi l’utilizzo del check-in online, il download della carta d’imbarco sullo smartphone e il solo bagaglio a mano. Non si potranno più acquistare snack e bibite con i contanti ma solo con la carta di credito. A tutto questo si aggiunge che all’ingresso dell’aeroporto ai passeggeri sarà misurata la temperatura corporea.

Gli interni degli aerei saranno disinfettati e muniti di filtri HEPA. Si incoraggiano i passeggeri all’osservanza delle norme igienico sanitarie e di distanziamento previste dal decreto sia per la permanenza in aeroporto che a bordo nel limite del possibile.