Rimac ribalta la tesi Ferrari: batterie odierne pronte per le auto del futuro, ecco i video della C_Two in pista

Rimac ribalta la tesi Ferrari circa l'inadeguatezza delle attuali batterie concepite per le auto elettriche. Con i nuovi video la storia cambia prospettiva.

0
71

Rimac ribalta la tesi Ferrari circa l’inadeguatezza delle attuali batterie concepite per le auto elettriche. Con i nuovi video la storia cambia completamente prospettiva. L’azienda croata la pensa assai diversamente dal cavallino rampante italiano e sgretola le argomentazioni dell’opposizione mettendo in pista la sua spettacolare hypre car elettrica targata C_Two, che si può considerare la vettura definitiva sviluppata da Mate Rimac e soci. Vediamo come ha ribattuto l’azienda alle dichiarazioni Ferrari.

 

Rimac C-Two: un vero mostro elettrico silenzioso e potente

Il lavoro della compagnia made in Croazia non è passato affatto inosservato. La Rimac C_Two ha un powetrain esclusivamente elettrico, con quattro motori indipendenti, uno per ruota, per una potenza totale di 1.914 CV e una velocità massima di 415 km/h.

La famosa Ferrari non è convinta del fatto che gli attuali supporti elettrici siano in grado di reggere ingenti carichi di lavoro per lunghi periodi a fronte di una simile potenza. Sembra proprio che gli ingegneri di Rimac abbiano avuto qualcosa da ridire a fronte delle nuove prove presentate di recente. Le nuove clip smontano ogni tesi avversa regalando una silenziosa vittoria al costruttore che negli anni è divenuto il punto di riferimento nel segmento delle auto super sportive alimentate a batteria. Ecco il risultato ottenuto.