Renault, De Meo a favore degli incentivi ma propone una defiscalizzazione per i produttori

L'attuale CEO di Renault ha affrontato a tutto tondo la situazione sulle auto elettriche ma soprattutto sul ritardo delle infrastrutture

0
21

Il numero 1 di casa Renault, Luca De meo, è venuto in Italia in visita senza però astersi dal parlare delle zone franche verdi in Francia e mettendo tutti a conoscenza dei ritardi delle infrastrutture.

Se tu metti 1 euro di incentivi alla vendita, ne recuperi 1,1. Se ne metti 1 sulla produzione ne recuperi 4”. Sono questi i calcoli che fa Luca De Meo, presidente e amministratore delegato del Gruppo Renault, che in occasione di una visita alla filiale italiana dell’azienda ha rinnovato il suo scetticismo sulle tradizionali politiche di incentivazione del mercato dell’auto.”

Se io dovessi dare un suggerimento ad un capo di governo gli direi di investire in infrastrutture, nella defiscalizzazione per creare ecosistemi produttivi specializzati in tecnologia avanzate che altrimenti non sarebbero competitivi in paesi come la Francia o l’Italia. Bisognerebbe mettere gli investimenti più alto possibile, ma per far questo bisogna avere le capacità.”

In perfetta concomitanza con il rifinanziamento dell’ecobonus, sono arrivate le dichiarazioni delle righe precedenti.ci sarà dunque bisogno di agevolazione, la quale sarà necessaria per creare la domanda: “io metterei i soldi sulle vetture elettriche e sulle plug in e l’altra cosa che dico un sacco di tempo e che si deve incentivare l’auto usata per far passare chi ha un’auto euro 2-3 a un euro 6. Questo crea un beneficio anche per il mercato del nuovo perché aumentano i valori residui”.

Ora di certo il compito spetterà alla politica, la quale deve essere messa a conoscenza che Italia e Spagna sono i paesi attualmente messi peggio per quanto riguarda l’Europa..