RCA: un decreto potrebbe comportare il calo dei risarcimenti

Una bozza di decreto potrebbe comportare il calo dei risarcimenti per le vittime di incidenti stradali provviste di assicurazione RCA

0
23

Uno dei motivi di maggiore agitazione per quanto riguarda i pagamenti obbligati in Italia, è rappresentato dall’assicurazione RCA. Durante gli ultimi giorni proprio in merito alla questione si sarebbero diffuse nuove notizie che potrebbero andare a danneggiare tutti gli automobilisti italiani che subiscono un incidente stradale.

Stanno infatti a quanto descritto all’interno della Bozza del nuovo Decreto da parte del Presidente della Repubblica, ci sarebbe un nuovo regolamento in merito alla tabella delle menomazioni all’integrità psicofisica compresi fra 10 e 100 punti di invalidità. Tutto ciò stabilisce dunque i valori monetari e anche quelli in merito all’aspetto medico-legale riservati alle vittime della strada che subiscono lesioni gravi e gravissime. Questo in altre parole non significa altro che un grosso taglio a tutti i risarcimenti che interesseranno gli incidenti stradali.

 

RCA: arrivano i tagli ma si alza la protesta generale delle associazioni

La bozza del decreto appena descritta in alto, non avrebbe lasciato indifferenti le varie associazioni del Consiglio Nazionale Consumatori e Utenti (CNCU). Queste sostengono infatti che riducendo l’entità dei risarcimenti, si andrà a consentire alle compagnie di risparmiare cifre fuori dalla norma. Si tratta infatti di una somma che va dai 500 milioni di euro fino ad arrivare a 800.

Anche Assoutenti si è fatta sentire, sostenendo che un’invalidità del 50% andrebbe a scendere fino a toccare il 10,5%. Tutte le altre invalidità attestate intorno al 10%, vedrebbero inoltre un ulteriore riduzione che le porterebbe alla -12,7%. Seguono le parole poi di Furio Truzzi, presidente di Assoutenti:

“È evidente che lo scopo del decreto è quello di far risparmiare ulteriormente le compagnie assicuratrici danneggiando in modo grave gli automobilisti”.