Opel Connect sostituisce OnStar: ecco le novità del nuovo sistema

Opel Connect sostituisce OnStar con alcune novità interessanti che diventeranno attive a partire dal 2020: Si parla della nuova suite di servizi connessi a internet. Si può ordinare già da oggi per le ultime vetture immesse sul mercato dalla casa madre. Sviluppato in collaborazione con il Groupe PSA sarà disponibile per la nuova versione Corsa, Crossland X, Grandland X, Combo Llife/Cargo e Zafira Life/Vivaro.

0
183

Opel Connect sostituisce OnStar con alcune novità interessanti che diventeranno attive a partire dal 2020. Si parla della nuova suite di servizi connessi a internet. Si può ordinare già da oggi per le ultime vetture immesse sul mercato dalla casa madre. Sviluppato in collaborazione con il Groupe PSA sarà disponibile per la nuova versione Corsa, Crossland X, Grandland X, Combo Llife/Cargo e Zafira Life/Vivaro.

 

Opel Connect: arriva la tecnologia perfetta per la tua auto

Presente al Salone di Francoforte, la nuova piattaforma ha concesso un optional eccezionale per le auto vendute in Italia. Al costo di 300 euro si può aggiungere alle vetture che non lo prevedono di serie. Stiamo parlando del sistema che integra infotainment Multimedia Navi e Multimedia Navi Pro, ora in anteprima per Corsa-e e Grandland X Hybrid4.

I servizi disponibili a partire  dall’autunno del 2019 inizialmente in 12 Paesi europei tra cui l’Italia prevedono l’uso di una SIM integrata con funzione di chiamata automatica di emergenza (eCall) in caso di incidente.

Se nessuna persona sulla vettura è in grado di rispondere, la Centrale Unica di Emergenza locale invia alle squadre di soccorso i dati dell’incidente, tra cui l’ora, la posizione del veicolo e la direzione di marcia. La chiamata di emergenza può essere attivata anche manualmente premendo per più di due secondi il tasto rosso ‘SOS’ nella plafoniera sopra lo specchietto retrovisore.

L’app myOpel consente una gestione remota del mezzo con alcune funzioni speciali come:

  • blocco/sblocco delle portiere
  • attivazione di clacson e fari per trovare la vettura
  • verificare il livello di autonomia (sulle elettriche/ibride anche la carica della batteria)
  • programmare gli orari di carica e/o il precondizionamento termico (su elettriche/ibride)
  • condividere l’auto con la chiave digitale, fornendo l’accesso alla vettura fino ad un massimo di cinque persone (in presenza di Keyless Open & Start)

Non manca il navigatore che offre informazioni su itinerari oltre che traffico in tempo reale, informazioni sui prezzi del carburante lungo il percorso, eventuale disponibilità di parcheggi e relativi costi,  previsioni meteo e punti di interesse.