Monopattino elettrico: una grande risorse in tempo di quarantena

Il Monopattino elettrico diventa una risorsa indispensabile per chi vive i comuni momenti i crisi della quarantena da Coronavirus.

0
75

Il Monopattino elettrico diventa una risorsa indispensabile per chi vive i comuni momenti i crisi della quarantena da Coronavirus. La riduzione del traffico stradale e l’imposizione della distanza minima tra i cittadini sta costringendo a prendere le dovute cautele anche per quanto riguarda la mobilità. Il compatto due ruote elettrico sembra essere perfetto per la città in questo difficile momento storico.

 

Monopattino elettrico al tempo del Coronavirus: la soluzione perfetta per spostarsi

Giorni difficili per noi italiani costretti a limitare al minimo gli spostamenti. Ormai le strade sono un vero deserto a causa dell’emergenza sanitaria in vigore. Le autorità hanno predisposto che non debbano esserci assembramenti di persone, e che ci siano distanze minime tra gli individui di almeno un metro.

In tali circostanza muoversi per svolgere la propria attività lavorativa è difficile. Diventa complicato anche l’uso dei mezzi pubblici. Ecco perché veicoli come i monopattini elettrici sono perfetti per contrastare il veto alla circolazione su strada.

Un pendolare può raggiungere la propria postazione di lavoro in sicurezza sostituendo mezzi affollati come metro e tram al più personale monopattino elettrico. A 25 Km/h si raggiungerà il luogo di lavoro in breve tempo. Il dispositivo si ripiega facilmente e si può ricaricare in ufficio portandolo con se in una apposita borsa da trasporto. Molti offrono diversi chilometri di autonomia, utili per percorrere medie distanze con una sola ricarica.

Proprio per tutti questi motivi il monopattino elettrico sta diventando il mezzo di trasporto preferito dai pendolari e da tutti coloro che devono recarsi in luoghi specifici per colmare le proprie esigenze medico-sanitarie, lavorative e di approvvigionamento viveri secondo disposizioni di sicurezza impartite dal Governo,