Mobilità sostenibile: fino a 1.500 euro di rimborso per bici o abbonamenti a mezzi pubblici

Prende il via il nuovo ed esclusivo programma sperimentale per la mobilità eco sostenibile stabilito nel nuovo Decreto Clima.

0
82

Prende il via il nuovo ed esclusivo programma sperimentale per la mobilità eco sostenibile stabilito nel nuovo Decreto Clima. Approvato dal Consiglio dei Ministri in data 10 ottobre 2019, il progetto prevede un finanziamento ad hoc e nuovi incentivi in accoppiata all’Eco Bonus che resta ancora attiva sommandosi a questa ultima possibilità. Ecco le novità e tutti i dettagli.

 

Bonus mobilità: insieme al’eco bonus incrementa il valore del rimborso per chi passa al mercato dell’eco sostenibile

Con un investimento pari a 255 milioni di euro (5 milioni nel 2019 e 125 milioni rispettivamente nel 2020 e nel 2021) si ottiene il i bonus di mobilità. Le indicazioni del programma si rivolgono agli appartenenti dei 600 Comuni italiani aderenti che la UE ha scelto tra i candidati alla procedura di infrazione per smog. Il totale è di circa 25 milioni di abitanti in totale.

Chi tra loro rottama una vettura fino alla classe Euro 3 oppure un motociclo omologato fino alla classe Euro 2 ed Euro 3 entro e non oltre il 31 dicembre 2021 ottiene:

  • Un buono di 1.500 euro (nel caso della rottamazione di un’autovettura)
  • Un buono di 500 euro (nel caso della rottamazione di un motociclo)

In entrambe le casistiche si potranno spendere i rimborsi entro tre anni a partire dalla data effettiva di rottamazione del vecchio veicolo. Il tutto da destinarsi all’acquisto di:

  • na bicicletta, anche a pedalata assistita
  • abbonamenti al servizio di trasporto pubblico, sia locale sia regionale – e relativi servizi integrativi

Non si considera quale reddito imponibile e può essere sfruttato anche dai familiari conviventi senza distinzione. Per il momento è attesa l’approvazione ufficiale da parte del Ministro dell’Ambiente. Entro 60 giorni dall’entrata in vigore del decreto legge varerà un decreto attuativo.