Mobilità sostenibile: Cingolani promette un centro di produzione in Italia per le batterie

Il ministro della transizione ecologica vuole realizzare un polo nazionale dedicato alla realizzazione di batterie per la mobilità sostenibile

0
126

Durante un webinar dedicato al processo di riformazione europea dal punto di vista della mobilità il ministro della Transizione Ecologica del Governo Draghi Roberto Cingolani ha dichiarato di volere un polo nazionale per la realizzazione di batterie per i veicoli sostenibili.

“Stiamo lavorando alla creazione di un polo nazionale per la produzione di batterie che si integri nella filiera europea per renderci autonomi e competitivi”. 

Dobbiamo essere realisti la transizione ecologica non si realizza in un attimo: servono almeno dieci anni. In Italia circolano tredici milioni di vetture Euro 0, e non possiamo dire alle famiglie: da domani comprate tutti una Tesla. Inoltre, se pure da domani avessimo veicoli tutti elettrici, non sapremmo dove ricaricarli. L’obiettivo sacrosanto della progressiva e definitiva elettrificazione del trasporto va perseguito con un approccio concreto e pratico che tenga conto della sostenibilità sociale, dell’aggravio dei costi per le famiglie e della sfida tecnologica: dagli attuali 0,8 gigawatt di rinnovabili installate all’anno, dobbiamo arrivare a 8 gigawatt all’anno”. 

Tutte le indicazioni per quanto riguarda poi la fonte energetica preferita sono state poi date in seguito ad alcuni consigli sull’utilizzo delle auto:

L’obiettivo di ridurre le emissioni di CO2 del 55% entro il 2030 richiede un mix di realismo e una scommessa tecnologica sul futuro: dobbiamo procedere con l’elettrificazione del parco auto e far decollare la vettura alimentata a idrogeno. Il PNRR però non fa miracoli: sul piano culturale, per esempio, vediamo circolare in strada troppe auto con a bordo il solo conducente, e questo è un problema”.