Milano: Spotter è l’app di park sharing che offre ricompense

Milano aderisce al progetto dipark sharing con Spotter, l'app che ti ricompensa con gitf card, voucher e sconti carburante.

0
80

Milano aderisce al progetto di park sharing con Spotter, l’app che ti ricompensa con gift card, voucher e sconti carburante. Si tratta di un software italiano che consente non soltanto di risparmiare tempo e carburante quando si cerca un parcheggio ma anche di ottenere delle ricompense.

Per il momento si tratta di un progetto work-in progress attivo soltanto nella città lombarda. Non a caso l’ISTAT afferma che “l’ansia da parcheggio” rappresenta un vero e proprio problema per molti automobilisti italiani. Il più sentito delle grandi metropoli urbane come Manhattan. La stessa ricerca dice addirittura che il 20% speso mediamente in auto dai milanesi viene sprecato alla ricerca di un parcheggio. E da qui ecco il progetto. Scopriamo i dettagli.

 

Spotter a Milano: addio ansia da parcheggio, ora vieni pure ricompensato

Il sistema di Spotter si basa su seSterzi e sPoints. Chi cerca un parcheggio usa i propri seSterzi, ovvero i token, chi lo lascia invece ottiene degli sPoints, che si possono accumulare e convertire in vari benefit. Tra questi abbiamo: gift card Amazon, buoni carburante, altri voucher. Ovviamente non mancano anche seSterzi (che in alternativa possono essere comprati in-app).

All’interno della piattaforma si possono specificare vari dettagli del parcheggio che si cerca e che si lascia, ovvero prezzi orari, zona di interesse, orari e altro ancora. Il sistema è pensato allo scopo di creare una community solida che incoraggi gli utenti ad assumere un comportamento responsabile. Ogni utente viene valutato con un sistema a stelle. Più è alta la media e maggiori saranno le possibilità di ottenere vantaggi.

L’app è già stata pubblicata sia sul Play Store che sull’App Store. Se il programma pilota si concluderà con successo, la prossima tappa sarà Roma.