Mercato auto: in Italia si crolla del 27,3% rispetto allo scorso 2020

I dati dell'ultimo mese di agosto lasciano poco spazio ai dubbi: il 2021 per quanto riguarda il mercato delle auto avvisto un calo netto

0
37

Sebbene alcuni dati inerenti agli scorsi mesi lasciassero intravedere un piccolo spiraglio di luce, il mercato auto in Italia torna a subire un brusco calo. Si tratta infatti del 27,3% in meno rispetto allo stesso mese di agosto dello scorso 2020. A quanto pare infatti sono state immatricolate 64.689 auto, in confronto alle 88.973 dell’anno scorso.

Queste le parole di Michele Crisci, presidente UNRAE:

Una situazione paradossale perché, come è noto, con l’esaurirsi dell’Ecobonus rimangono inutilizzabili i fondi complementari stanziati per finanziare l’Extrabonus. In questo modo si sta di fatto bloccando l’acquisto dei veicoli più in linea con gli impegni del PNRR di accelerare il percorso di decarbonizzazione dei trasporti e lo svecchiamento dell’obsoleto parco circolante italiano. La soluzione è un immediato rifinanziamento dell’Ecobonus per le fasce 0-20 e 21-60 g/Km CO2 attraverso un qualsiasi veicolo normativo disponibile in tempi brevi, oppure, in via emergenziale, con un trasferimento parziale nell’Ecobonus delle risorse ferme nell’Extrabonus, facendo così ripartire immediatamente il meccanismo degli incentivi e rilanciando le vendite delle auto elettriche pure e ibride plug-in.

Nonostante ci sia stato un calo nel mercato in generale, sembra aumentare il corrispettivo delle auto elettriche e ibride. Gli incentivi hanno fatto di certo la loro parte e i risultati sono ampiamente visibili secondo le statistiche:

Quasi 1 auto su 3 immatricolata in agosto è ibrida (31,7% di quota), con le “full” hybrid che raggiungono l’8% e le “mild” hybrid il 23,6%. Le vetture plug-in (PHEV) nel mese coprono il 4,9% delle immatricolazioni, come le elettriche pure (BEV) al 5% di quota.”