Mazda MX-30: arriva la nuova elettrica, prevista anche una versione ibrida

La fabbrica Mazda di Ujina avvia la produzione in serie della nuova vettura elettrica della serie MX-30 mentre si valuta anche una range extender.

0
52

La fabbrica Mazda di Ujina avvia la produzione in serie della nuova vettura elettrica della serie MX-30 mentre si valuta anche una range extender. Tutto ha avuto inizio in questi giorni. Si tratta della prima auto elettrica della casa madre giapponese che conta ora di inserirsi anche nel contesto del rivoluzionario e fremente mercato europeo. Ecco in cosa consiste.

 

Mazda MX-30: arriva la prima elettrica made in Japan anche per l’Europa

Mazda ha tenuto duro finora ma ha mollato la presa sulle vecchie motorizzazioni inquinanti per votarsi al nuovo trend del mercato elettrico cui esordisce con la Mazsa MX-30. Bypassati i limiti legislativi per le emissioni prevede ora l’inclusione del nuovo motore elettrico chiamato e-Skyactive1. Il sistema rapporta una potenza complessiva di 107 kW accoppiata ad una batteria al litio da 35,5 kWh che nel ciclo WLTP garantisce all’incirca 200 Km di autonomia complessiva.

La ricarica elettrica smorza i tempi di collegamento grazie al supporto in corrente continua fino a 50 KW mentre in alternata si viaggia sui 6.6 Kw. Per la piattaforma CC l’auto proporrà sia il connettore Chademo che il CCS, in base al mercato di vendita. Chademo, infatti, è uno standard nato in Giappone e tutt’ora molto utilizzato.

Le linee estetiche della vettura ricalcano quelle già previste per la CX-3 con la novità della nuova apertura delle portiere ad armadio tipica della BMW i3 o della RX-8 casalinga. Il prezzo non è ancora stato notificato con voci di corridoio che parlano di circa 30.000 euro.

Indiscrezioni vogliono anche la compresenza di un potenziale range extender che consenta di utilizzare il motore rotativo Wankel come generatore.