Mazda: ecco la nuova auto elettrica con una batteria fuori dall’ordinario

Mazda presenta la sua nuova auto elettrica che eredita la meccanica CX-30 introducendo una chicca interessante per quanto concerne il fattore energetico della batteria.

0
82

Mazda presenta la sua nuova auto elettrica che eredita la meccanica CX-30 introducendo una chicca interessante per quanto concerne il fattore energetico della batteria. Ce ne parlano gli ingegneri giapponesi che la esporranno al prossimo Salone di Tokyo (24 ottobre – 4 novembre 2019).

 

Nuova Mazda elettrica: l’eco sostenibilità ha un nuovo modello

Il nuoco concept di auto elettrica Mazda sfalda gli ultimi studi sull’aumento delle emissioni nocive di CO2 causate da batterie sempre più capienti. Secondo recenti studi nipponici un’auto elettrica con batteria da 95 kWh emette, nell’intero ciclo di vita, più CO2 di una diesel. Ne abbiamo già parlato quando si è posta la questione diesel contro elettrico.

Mazda, quindi, ha deciso di limitare la capacità dei suoi supporto energetici dando vita ad una componente da soli 35,5 kWh. Secondo il costruttore una batteria più piccola garantisce peso ridotto e minori ingombri in spessore. Migliora inoltre agilità, rigidezza ed equilibrio di guida. La prova di questo nuovo approccio c’è stata con i primi test su strada che hanno dato atto di una maggiore naturalezza di guida ed accelerazione più lineari.

Interessante notare anche la presenza del motore rotativo Wankel(a benzina) che funge da range extender per la componente elettrica. Interviene quando la quantità di energia scende a livello critico. Un componente da prevedere, ma non ancora inserito nella versione concept, sarà il sistema per la rigenerazione sul pedale del freno anziché sull’acceleratore.

Cambia anche l’approccio al “sound artificiale” che avverte la presenza del veicolo anche oltre i 30 Km/h.