Maserati: ecco il nuovo piano per l’elettrificazione e la guida autonoma

Lo storico gruppo italiano Maserati ufficializza il suo piano per l'elettrificazione di massa dei veicoli volgendo l'attenzione anche per i sistemi a guida autonoma di prossima generazione. Lo fa nel rispetto del nuovo trend ambientalista che incrementa la sicurezza e la salute dell'uomo e dell'ambiente. Ecco cosa succederà a partire dai prossimi mesi.

0
47

Lo storico gruppo italiano Maserati ufficializza il suo piano per l’elettrificazione di massa dei veicoli volgendo l’attenzione anche per i sistemi a guida autonoma di prossima generazione. Lo fa nel rispetto del nuovo trend ambientalista che incrementa la sicurezza e la salute dell’uomo e dell’ambiente. Ecco cosa succederà a partire dai prossimi mesi.

 

Maserati presenta il piano elettrico per le sua vetture

Con un investimento di 5 miliardi di euro per l’Italia in 3 anni si dà vita al piano di innovazione dell’elettrico made in Italy. Powertrain ibridi plug-in e 100% elettrici si mixeranno allo stile Maserati e ad un DNA che punta tutta su prestazioni e drive experience. Per le ibride è prevista la ricarica ultraveloceZero compromessi. Dal 2020 assisteremo alla nascita di un modello inedito per una sportiva “ricca di tecnologia e rievocativa dei valori tradizionali del Brand”.

Il modello di concept è solo l’apripista per la comparsa di una vettura full electric che prevederà un redesign totale dei sistemi per estetica e funzioni interne. Il SUV/crossover hi-tech costruito a Cassino sarà frutto di un investimento di 800 milioni di euro e sarà prodotto a partire dal 2020.

Dopo una onorata carriera di oltre un decennio si passeranno in rassegna anche le nuove Maserati GranTurismo e GranCabrio. Saranno i primi modelli completamente elettrici. La guida autonoma partirà invece dal livello 2 potenziato fino a raggiungere il Livello 3. Questo garantirà una gestione intelligente di alcuni aspetti della guida, come ad esempio l’accostamento automatico in carreggiata nel caso in cui il conducente non sia in grado di assumere il controllo del mezzo.