LINK, il monopattino elettrico che insegna al conducente e lo blocca in caso di errore

Nasce ufficialmente da una società di Boston il nuovo monopattino elettrico che insegna al conducente come si guida in strada

0
31

LINK è ufficialmente nato. Ecco il monopattino elettrico che favorirà la sicurezza dei suoi conducenti e che andrà ad influire positivamente nei servizi di sharing. Superpedestrian, società di ingegneria di Boston, ha progettato il nuovo monopattino elettrico LINK, tra i più avanzati in circolazione. Il tutto nasce dopo l’acquisizione della startup Navmatic da parte dell’azienda stessa che ha creato il sistema di sicurezza Pedestrian Defense.

Questa soluzione permetterà di rilevare i comportamenti a rischio ma anche di arrestare in tempo reale qualsiasi movimento errato per evitare lesioni gravi. Nel sistema di sicurezza ci sarà l’opportunità di correggere in tempo reale tutti i comportamenti, rallentando il mezzo o addirittura bloccandolo in caso di pericolo.

“La compagnia ha colto una delle più grandi sfide di questo settore. Superpedestrian avvierà durante questo mese dimostrazioni pilota del sistema Pedestrian Defense negli USA, applicando la tecnologia a tutta la nuova flotta LINK a partire dall’autunno 2021: il nostro monopattino è l’unico dotato della capacità di calcolo e dei sensori che servono alla tecnologia Super Fusion di Navmatic di operare sul campo. Ora, possiamo estendere questo sistema a tutta la nostra flotta e mettere a disposizione di utenti e città qualcosa che nessun’altra azienda può offrire: una soluzione in tempo reale per correggere la guida scorretta e pericolosa.”

 

“L’acquisizione di Navmatic rappresenta un passo importante verso un utilizzo sempre più sicuro e responsabile del monopattino elettrico e l’Azienda è già al lavoro per implementare questo sistema a tutte le flotte presenti nelle città italiane in cui operiamo. Pedestrian Defense è un sistema esclusivo che rende Superpedestrian l’unico fornitore di micromobilità in grado di rilevare e correggere in modo affidabile i comportamenti scorretti degli utenti in tempo reale. La nuova integrazione tecnologica permette inoltre di tradurre i dati dei sensori in altri interventi, da notifiche dirette e premi agli utenti, a dashboard complete, utili ai decisori pubblici, che mostrano le tendenze in ambito di sicurezza e segnalano i luoghi con maggiore probabilità di incidenti.”