Legge 104: tutte le agevolazioni previste per l’acquisto di una nuova auto

Ecco tutte le agevolazioni previste dalla tanto discussa Legge 104 in relazione all'acquisto di un veicolo elettrico o ibrido di prima immatricolazione.

0
53

Ecco tutte le agevolazioni previste dalla tanto discussa Legge 104 in relazione all’acquisto di un veicolo elettrico o ibrido di prima immatricolazione. l’Agenzia delle Entrate ha appena confermato le indicazioni ed i requisiti richiesti per l’inclusione.

 

Legge 104: ecco le nuove agevolazioni fiscali per chi acquista un nuovo veicolo elettrico o ibrido

Chi beneficia della Legge 104 ottiene uno sconto per l’acquisto del veicolo elettrico o ibrido di proprietà. Lo stabilisce il Fisco in via del tutto ufficiosa. Secondo quanto definito, alcune categorie di disabili possono detrarre l’Irpef dalla spesa di acquisto delle automobili che rientrano entro canoni tecnici specifici. Si applica IVA al 4% in luogo dell’aliquota ordinaria del 22%.

Le stesse agevolazioni non si applicano in maniera del tutto speculare all’acquisto di auto elettriche o ibride, per le quali si potrà fruire soltanto della detrazione Irpef del 19%, calcolata su un massimo di 18.075,99 euro e non anche dell’IVA ridotta del 4% nel caso di acquisto di auto elettriche.

Se si sceglie una soluzione ibrida l’agevolazione IVA prevista dalla legge 104 si applica esclusivamente qualora la cilindrata del motore termico sia fino a 2.000 centimetri cubici, se alimentato a benzina, a 2.800 centimetri cubici se alimentato a diesel.

Dal 1° marzo e fino al 2021, per l’acquisto di auto elettriche o ibride è possibile beneficiare di uno sconto calcolato in base alle emissioni di CO2 da 1.500 euro e fino ad un massimo di 6.000 euro. Si tratta del cosiddetto ecobonus.

Si ricorda che gli sconti vengono formalmente riconosciuti a chi presenta tali tipologie di disabilità:

  • i disabili con grave limitazione della capacità di deambulazione o affetti da pluriamputazioni;
  • disabili con ridotte o impedite capacità motorie, a condizione che i veicoli siano appositamente adattati;
  • i disabili con handicap psichico o mentale titolari dell’indennità di accompagnamento;
  • le persone non vedenti e non udenti (ma limitatamente ai soli autoveicoli di cui di cui all’articolo 54 comma 1 lettere a), c), f) e m) del Dlgs 285/92).

Tutte le agevolazioni, di concerto all’esenzione bollo auto, si applicano anche al familiare del disabile che si fa carico del suo sostentamento, purché il reddito non sia superiore a 2.840,51 euro (4.000 euro dal 2019 se di età non superiore a 24 anni).