Lamborghini: non solo supercar, si valuta l’ampliamento della gamma

Secondo quanto riportato, Lamborghini sarebbe pronta ad ampliare la sua gamma di veicoli non concentrandosi solo sulle auto supersportive

0
155

In casa Lamborghini si pensa a qualcosa di grande per il futuro, e non solo per quanto riguarda l’elettrificazione delle sue vetture. Come riferito infatti da Stephan Winkelmann, presidente italo-tedesco dell’azienda, Lamborghini non riguarda un marchio prettamente supersportivo. Da qui dunque tutto il discorso che porta ad un futuro ampliamento della gamma, con il punto di partenza rappresentato dal modello Urus.

Lamborghini, come marchio, non è solo supersportive. In passato ci sono state auto come la Miura e la Countach ma anche la Espada e la LM 002 e naturalmente il successo della Urus ha dimostrato che un allargamento della gamma è possibile. Non è detto che un marchio come la Lamborghini non possa avere la forza di avere anche più di tre modelli. Questo comunque è ancora scritto nelle stelle perché non è stata presa nessuna decisione. Devo dire, però, che, come approccio e visione del futuro, l’espansione della gamma è nelle nostre corde e rappresenta una delle opportunità che stiamo vagliando“.

 

Lamborghini: una parentesi anche sull’elettrificazione

Lamborghini chiarirà la sua strategia in merito all’elettrificazione entro il prossimo mese di aprile. Il manager però non parla di un progetto ben definito, visto che per Lamborghini conta riuscire ad incidere al momento giusto anche con le elettriche.

Ecco quanto riferito da Winkelmann “L’elettrificazione fa parte della nostra strategia aziendale, noi stiamo lavorando alacremente sulla strategia fino al 2030. Siamo quasi arrivati alle conclusioni. In linea di massima la strada del futuro anche per le supersportive è relativamente chiara: il legislatore obbliga tutti a ridurre le emissioni. Come questo viene fatto è di responsabilità dei costruttori, ma c’è una strada maestra da seguire: quella dell’elettrificazione. Per le supersportive non è importante arrivare per primi a elettrificare, ma arrivare al momento giusto. Quello che stiamo osservando, e che io ho visto nella mia esperienza passata e presente, è che non è ancora il momento propizio per le supersportive elettriche. Ci sarà sicuramente il passaggio obbligato dell’ibridazione, ma la strada è ormai chiara e va verso l’elettrificazione. Comunque noi per fine aprile chiariremo la nostra strategia e la comunicheremo a tutti