Honda e la tecnologia che ridurrà a zero gli incidenti in strada

Honda ha presentato ufficialmente il suo nuovo progetto che comprende l'utilizzo di tecnologie intelligenti per salvaguardare gli automobilisti

0
75

Come Honda aveva dichiarato, l’obiettivo attualmente è quello di “zero incidenti mortali stradali che coinvolgono motociclette e automobili Honda, a livello globale“. La scadenza è segnata per il prossimo 2050 con la celebre casa automobilistica giapponese che svela ufficialmente le sue nuove tecnologie che vanno ad impattare nell’ambito della sicurezza.

Queste che prendono il nome di “Intelligent Driver-Assistive Technology” e “Safe and Sound Network Technology“, sono un netto passo in avanti. La prima delle due va a sfruttare l’intelligenza artificiale e riduce tutti i rischi e gli errori di guida riuscendo ad adattarsi alle capacità e al percorso del conducente.

Il secondo tipo di tecnologia invece offre l’opportunità a tutti i conducenti ma anche agli utenti della strada di collegarsi ai vari prodotti di mobilità permettendo la previsione di rischi potenziali prima che questi diventino un incidente.

Con questa tecnologia, Honda farà progredire l’assistenza alla guida in grado di aiutare il guidatore in tempo reale, e attraverso l’assistenza basata sull’IA permetterà al guidatore di evitare ogni rischio. L’obiettivo finale sarà quello di eliminare completamente gli errori umani, che sono la causa di oltre il 90% delle collisioni stradali.”

Le informazioni sui rischi potenziali in ambiente stradale, rilevate sulla base dei dati ottenuti da telecamere stradali, telecamere di bordo e smartphone, saranno aggregate a dei server per ricreare lo stesso ambiente stradale nello spazio virtuale. In questo spazio virtuale, tenendo conto delle condizioni e delle caratteristiche di ogni singolo utente della strada, il sistema prevederà/simulerà i comportamenti dei conducenti ad alto rischio di collisione. In seguito, il sistema ricaverà le informazioni di supporto più appropriate per aiutare i conducenti ad evitare i rischi.”