Google: sanzioni per oltre 102 milioni di euro per aver escluso Enel X da Android Auto

Google ha ricevuto una multa di 102 milioni di euro per aver escluso JuicePass di Enel X dal suo Android auto, ecco i dettagli

0
148

Ancora una brutta avventura per Google: il colosso è stato infatti sanzionato dall’autorità garante della concorrenza e del mercato con una multa di oltre 102 milioni di euro. Questa è stata comminata alla società Alphabet e alle sue controllate Google e Google Italia per una causa in particolare: JuicePass, app di Enel X utile per la ricerca e la prenotazione delle colonnine di ricarica per le auto elettriche, sarebbe infatti stata esclusa da Android Auto.

Le tre società citate più in alto sono state sanzionate vista la violazione delle normative europee ma soprattutto dell’articolo 102 del trattato sul funzionamento dell’unione europea. Quest’ultimo vieta infatti l’abuso della posizione dominante su un mercato determinato.

Questo è quanto sottolineato ufficialmente dall’Antitrust:

Google, rifiutando a Enel X Italia di rendere disponibile JuicePass su Android Auto, ha ingiustamente limitato le possibilità per gli utenti di utilizzare l’app di Enel X Italia quando sono alla guida di un veicolo elettrico e hanno bisogno di effettuare la ricarica. In tal modo Google ha favorito la propria app Google Maps, che può essere utilizzata su Android Auto e consente servizi funzionali alla ricarica dei veicoli elettrici, attualmente limitati alla ricerca di colonnine e alla navigazione, ma che in futuro potrebbero comprendere altre funzionalità, per esempio la prenotazione e il pagamento“.

Le problematiche che potrebbero derivare:

JuicePass potrebbe uscire dal novero delle applicazioni utilizzate dagli utenti causando una riduzione significativa delle possibilità di scelta dei consumatori e un ostacolo al progresso tecnologico“.

L’Antitrust ha dunque imposto a Google di mettere a disposizione di Enel X Italia, così come di altri sviluppatori di app, strumenti per la programmazione di app interoperabili con Android Auto e vigilerà sull’effettiva e corretta attuazione degli obblighi imposti, avvalendosi di un esperto indipendente preposto all’attuazione e al monitoraggio.