GACHA: ecco il primo bus a guida autonoma in grado di viaggiare in condizioni estreme

GACHA è il primo bus a funzionare con un sistema a guida autonoma. Coadiuvato da straordinarie tecnologie all'avanguardia rappresenta il futuro della mobilità portato all'estremo.

0
70
bus a guida autonoma GACHA

Gacha è il primo bus autonomo in grado di circolare in condizioni veramente estreme. Si tratta di una novità assoluta rispetto al tradizionale sistema di mobilità urbano condiviso. E non solo per il fatto di trovarsi nelle condizioni di poter parlare di mezzo senza conducente, ma anche per l’avanzata tecnologia di cui si forma.

Frutto degli studi Sensible 4 – una società finlandese specializzata in infrastrutture tecnologiche green mobility – e MUJI – azienda giapponese responsabile del design project – si è giunti ad un ecosistema vincente, garanzia di progresso nel campo della sicurezza e dell’innovazione urbana eco-friendly.

Non a caso si è scelta l’impervia location finlandese di Helinski per rodare il mezzo. Come si sono svolti i testi e quali risultati hanno palesato? Scopriamolo insieme in questa anteprima assoluta sulla tecnologia mobile del futuro.

Presentato il progetto per il primo autobus che si guida da solo in qualsiasi condizione atmosferica

Helsinki è la capitale della Filandia. Ha ospitato i primi test pratici del bus navetta GACHA con la cooperazione dei due maggiori fautori del sistema. Minuziosa opera di ingegnerizzazione 4.0, l’opera ha fornito i risultati sperati. Al design funzionale si sono corrisposte componenti tecnologiche di tutto rispetto. Affidabilità, sicurezza ed innovazione sono stati i parametri caratteristici.

Harri Santamala, amministratore delegato di Sensible 4, parla di un progresso senza tempo. Si è passati dalla prima problematica generazione di veicoli robotici a soluzioni di alto livello, in grado di circolare senza problemi in qualsiasi condizione atmosferica. Tutti noi conosciamo gli inverni finlandesi. Le strade sono impraticabili. Ma le cose stanno per cambiare in luogo di una tecnologia comoda che massimizza sicurezza e viabilità.

Dotato di un avanzato sistema di autoguida, GACHA svolge egregiamente il suo compito con il supporto di un sistema di tracciamento attivo del percorso che garantisce una ricostruzione affidabile di ostacoli e strade. Analizza le irregolarità dell’asfalto tracciando un segmento ideale di percorrenza sulla base delle variabili. In loco sono stati effettuati moltissimi test volti ad accertare le condizioni di sicurezza e la stabilità del mezzo in situazioni davvero agli antipodi della viabilità.

Il test drive di Helsinki è servito a delineare il profilo di un futuro non molto lontano. La fase di finalizzazione del progetto è già in corso presso la location di Espoo e conta di spostarsi alle zone urbane ed extra urbane di Hämeenlinna e, Vantaa entro fine anno. L’obiettivo della joint-venture nipponico – filandese è quello di:

Offrire uno strumento indispensabile per la mobilità condivisa. Un nuovo tipo di trasporto pubblico più sicuro e accessibile a tutti, non solo nelle zone urbane, dove si collega perfettamente con i servizi di trasporto esistenti, ma anche nelle periferie e regioni più isolate. GACHA è dotato di un sistema di autoguida che funziona tracciando accuratamente una mappa digitale, come se fosse una ferrovia invisibile, potendo però anche circolare su un percorso flessibile, individuando un tragitto ottimale adeguato alle richieste degli utenti. Quando si desidera spostarsi, è possibile trasmettere la propria posizione a GACHA che modifica il suo percorso di conseguenza

Lo stadio a lungo termine prevederà partnership con città di particolare rilevanza in tutto il mondo. GACHA si differenzia da tutti gli altri sistemi per la capacità di affrontare qualsiasi condizione climatica, grazie al design giapponese che ha estromesso parti anteriori e posteriori. I sedili interni sono ergonomici e ritagliati su una sagoma quadrata con bordi arrotondati che offrono maggiore comfort e spazio per la seduta. La cintura di sicurezza ora correlata da un sistema LED, funge sia da faro di illuminazione che da schermo per la comunicazione con l’esterno.