Formula 1: Verstappen e la Red Bull vedono ancora avanti le Mercedes

Max Verstappen ha rilasciato un'intervista nella quale dichiara di vedere ancora Hamilton davanti con la sua Mercedes, ecco le sue dichiarazioni

0
75

Il campione di Formula 1 Max Verstappen ha rilasciato un’intervista nella quale ha fatto capire di sentirsi ancora un gradino sotto il potenziale espresso da casa Mercedes. Il pilota Red Bull infatti ha commentato a più riprese anche il sorpasso nella classifica piloti, non credendo ad un cambio effettivo di gerarchie:

Sui circuiti ‘normali’ vedo la Mercedes ancora davanti a noi, ma siamo partiti meglio rispetto alle altre stagioni. Dobbiamo proseguire così e migliorare, portando nuove parti sulla macchina per renderla più veloce.In quel caso, avremoo ottime possibilità. Sarà questo a decidere la lotta per il titolo”.

Allo stesso tempo Verstappen si gode il primo posto in classifica generale conquistato durante l’ultima gara:

“Essere davanti è molto positivo, ma è più importante esserlo dopo la gara di Abu Dhabi. Sono sicuro che la Mercedes reagirà, dobbiamo cercare di non sbagliare e di concentrarci sul nostro lavoro che finora abbiamo svolto bene. Ma so che possiamo fare ancora meglio”.

Infine il pilota olandese ha dichiarato di credere ad Hamilton, non volendo accondiscendere ad alcun tipo di gioco psicologico:

Dopo Monaco lui ha detto che non voleva assolutamente intraprenderla una guerra psicologica, noi dobbiamo concentrarci sulla pista, è la cosa migliore. Lewis e io ci rispettiamo e questo è ciò che conta”.

Discorso nettamente ridimensionato poi dal pilota e campione iridato della Mercedes, Lewis Hamilton:

Stiamo tutti inseguendo la stessa cosa, vittorie e titoli, e quindi siamo tutti cacciatori. Il debriefing e le analisi dopo Monaco sono state qualcosa di eccezionale, sono orgoglioso di lavorare con un gruppo di persone così determinate. Non si fa mai riferimento a un colpevole, piuttosto lavoriamo insieme e talvolta abbiamo confronti accesi perché non abbiamo paura di mettere in discussione le opinioni altrui. Ci domandiamo sempre cosa possiamo fare meglio, per questo siamo una squadra così forte”.