Formula 1, Verstappen continua ad accusare Hamilton dopo l’incidente

Max Verstappen continua a rinnovare le accuse verso Hamilton dopo l'incidente che è accaduto a Silverstone durante la scorsa gara

0
45

Durante la conferenza stampa tenuta da Max Verstappen prima della prossima gara di Ungheria, non si attendeva altro che le dichiarazioni in merito all’incidente con Hamilton durante l’ultima gara a Silverstone.

“Ho perso punti a causa di qualcun altro. È andata così e non posso dire molto di più al riguardo. Ho sbattuto forte e ora cercherò di rimediare con la gara in Ungheria”.

Verstappen ha rivelato anche di una chiamata al telefono proprio da parte di Hamilton, la quale però non è servita a distendere il clima“Sì, mi ha chiamato ma non voglio scendere nei particolari. Io penso che sia irrispettoso quando uno è in ospedale e un altro sventola la bandiera come se nulla fosse dopo avermi mandato a muro con un impatto di 51G. Penso non sia il modo giusto di festeggiare. Ma questo dimostra come loro sono davvero, io non vorrei che gli altri vedessero che io sono allo stesso modo”.

Dopo aver presentato ufficialmente reclamo, Verstappen attende fiducioso l’esito da parte della FIA. Nel frattempo continua a discolparsi e a rimandare al mittente le accuse riguardo ad una sua aggressività:

“Ho lottato duramente e mi sono difeso. Ma non sono stato aggressivo. Gli ho dato spazio, mi sono aperto per la mia curva e non mi aspettavo entrasse così duro. Io non potevo fare molto altro. Io sono duro, non aggressivo. Lotto duramente e non sono mai stato coinvolto in incidenti che hanno mandato a muro gli altri. So di non aver fatto nulla di sbagliato”.