Formula 1, ricorso della Aston Martin per la squalifica di Vettel dopo il GP di Budapest

È arrivato il comunicato con il quale l'Aston Martin annuncia il ricorso contro la squalifica di Sebastian Vettel dopo l'ultima gara in Ungheria

0
108

In casa Aston Martin si è deciso di contestare la decisione dei commissari di squalificare Sebastian Vettel per via della presenza del serbatoio dell’auto di soli 0,3 l di benzina.

Otmar Szfnauer ha dichiarato che all’interno dell’auto del pilota tedesco nel giro di rientro i box c’era stato un problema tecnico. Si dice inoltre sicuro che Aston Martin potrà consegnare il campione di 1 litro come previsto dalle regole.

“Confermiamo l’intenzione di presentare appello contro la decisione dei commissari, abbiamo 96 ore a disposizione per valutare la situazione, e le nostre intenzioni sono quelle di poter recuperare il carburante che secondo i nostri calcoli dovrebbe essere ancora nel serbatoio. Non abbiamo ancora smontato le pompe di pescaggio del carburante, ma abbiamo avuto modo di constatare che non funzionavano.

I dati che abbiamo a disposizione vengono forniti dal sensore sul flussometro richiesto dalla FIA, che misura la quantità di carburante utilizzata. Abbiamo sottratto la benzina utilizzata in gara a quella versata nel serbatoio prima del via ed il risultato è che dovrebbero ancora esserci nella monoposto 1, 74 litri. Sono dati facilmente disponibili perché forniti da dispositivi su cui opera la Federazione Internazionale, ma ovviamente il tutto andrà verificato”.