Firenze: l’11 e il 12 settembre la prima Different To Play all’insegna dello sport

Al Parco delle Cascine di Firenze si terrà durante il fine settimana un evento che promuoverà l'inclusione sociale, a promuoverlo l'associazione Borgogni Onlus

0
42

A Firenze il prossimo 11 e 12 settembre ci sarà un evento che comprenderà due giorni di sport e divertimento al fine di diffondere la cultura dell’inclusione sociale e dell’integrazione. Il tutto avverrà dalle ore 10:00 alle 19 presso il Parco delle Cascine di Firenze per la prima edizione di Different To Play.

Saranno tante le discipline in ballo, tra cui anche quelle paralimpiche. Ci saranno poi anche alcune dimostrazioni da parte di scuole cinofile.

Queste le parole di Valentina Borgogni e degli organizzatori:

Different to Play nasce dall’esigenza di creare uno spazio in cui le parole d’ordine siano cultura dell’inclusione attraverso il divertimento e lo sport, dove il concetto di ‘normalità’ che ognuno ha viene messo alla provaL’obiettivo dell’evento, che è quello di fare inclusione sociale, non permette di discernere l’attività sportiva da quella culturale soprattutto quando la volontà è quella di unire dei mondi spesso poco conosciuti (al di fuori di una nicchia ristretta) e quindi molto distanti. Ad esempio, è ancora molto poco conosciuta l’attività sportiva integrata il calcio o il tennis da tavolo e per quanto sarebbe meraviglioso poter catapultare le persone direttamente dentro lo sport, le scienze ci hanno dimostrato che senza una formazione culturale di base, qualunque attività sarebbe fine a sé stessa, senza creare alcun tipo di cambiamento”.

Continua l’assessora al Welfare Sara Funaro:

Sosteniamo con orgoglio e questa bella manifestazione, un evento che vede tante realtà assieme con un obiettivo fondamentale. Lo sport è un motore straordinario di inclusione e di unione, rompe le barriere, abbatte i pregiudizi:  questi eventi ne sono la dimostrazione, riescono a creare non solo momenti di aggregazione ma sono portatori di messaggi importanti ai cittadini in particolare ai cittadini più fragili”.

Gli fa eco l’assessore allo Sport Cosimo Guccione:

Dopo una splendida estate di sport ora che si è conclusa con le paralimpiadi, bello e importante presentare questo eventoPer noi sport e inclusione sociale vanno di pari passo, le paralimpiadi ci hanno insegnato ancor di più quanto si debba proseguire su questa strada.  In un momento in cui lo sport cittadino sta ripartendo ecco un’iniziativa che prende vita nel più grande ‘impianto sportivo’ a cielo aperto della città, come mi piace definirlo. Davvero significativo che questa sia la sede della prima edizione di una manifestazione che vede coinvolte tante realtà associative con cui siamo orgogliosi di collaborare. Ringraziamo tutte queste realtà e speriamo che questo evento continui anche negli anni a venire”.