Fiat 500 Elettrica La Prima: niente sconti e quindi niente incentivi

Arriva come un fulmine a ciel sereno la notizia del veto al beneficio dei bonus per i clienti che intendevano adottare una Fiat 500 Elettrica la Prima.

0
130

Arriva come un fulmine a ciel sereno la notizia del veto al beneficio dei bonus per i clienti che intendevano adottare una Fiat 500 Elettrica la Prima. La segnalazione è giunta per prima tra le pagine di DMove, dove si può leggere che la gestione degli incentivi statali da parte dei concessionari riceve il secco “NO” dalle istituzioni. Scopriamo di più al riguardo.

 

Niente incentivi per la Fiat 500e

Sembra che il preventivo fatto da alcuni clienti per la nuova 500 elettrica di FCA non scardini la spesa prevista quale voucher per il passaggio ai modelli elettrici previsti con gli incentivi statali. Il configuratore mostra prezzo pieno e nessuna indicazione per lo scarico delle spese previste su questo modello. Ricordiamo che tali incentivi ammontano (a seconda o meno della rottamazione) a 10.000 euro massimi passando da 4.000 a 6.000 euro dell’EcoBonus ai 2.000 o 4.000 euhro aggiuntivi previsti come sconto dal concessionario. Niente di fatto.

La mancanza di sconto non permette di accedere anche agli incentivi Decreto Rilancio, facendo dunque perdere al cliente un ulteriore vantaggio di 2.000 euro senza rottamazione o 4.000 euro con rottamazione.

Una misura davvero incomprensibile da parte di Fiat che aveva ingolosito i clienti con una proposta davvero all’avanguardia ma che in luogo dei recenti fatti rischia di restare una chimera per molti. La Prima è una prima serie limitata il cui costo ammonta a 38.000 Euro. Uno sconto sostanzioso avrebbe senz’altro generato parecchio hype. Ne sapremo di più nel corso dei prossimi giorni ma il morale dei clienti è decisamente a terra per una decisione davvero discutibile dopo che anche Tesla si è votata alla concessione dei bonus spesa.