Fercam sanifica la merce con l’uso dell’ozono

Fercam sta sperimentando un nuovo metodo di sanificazione che passa per l'uso dell'ozono: Ecco come funziona la nuova camera anti-virus.

0
35

Fercam sta sperimentando un nuovo metodo di sanificazione che passa per l’uso dell’ozono dopo i recenti risvolti negativi dovuti alla pandemia generata dal Coronavirus. Scopriamo nel dettaglio di cosa si tratta.

 

Fercam cambia rotta: si sanifica con l’ozono

Moreno De Villa, responsabile dell’impianto Fercam di Trento spiega l’uso del nuovo metodo di disinfezione in via di sperimentazione usando queste parole:

I recenti casi di focolai presso operatori del nostro settore anche in località vicine ci hanno indotto ad essere ancora più attenti alla tutela della salute dei nostri collaboratori e clienti; oltre ai tradizionali presidi di sicurezza come mascherine e disinfettanti abbiamo ritenuto necessario trovare nuovi metodi per una sanificazione più efficace anche del nostro ambiente di lavoro e, in particolare, delle merci in entrata e uscita dai magazzini“.

Aggiunge anche che:

“sappiamo che il virus può sopravvivere sugli imballaggi e quindi il movimento merci può essere un veicolo di contagio. È stato questo il pensiero base che ci ha indotto a rivolgerci all’azienda che già si occupa della tradizionale sanificazione di uffici e ambienti in genere”.

Il sistema ad ozono ha il compito di saturare la cassa mobile con la merce operando a regime per venti minuti. Elimina così virus e batteri insieme ad odori sgradevoli. L’ozono si decompone in ossigeno che non arreca alcun danno alla merce che risulta così essere inalterata.

Il generatore di gas è costruito appositamente per questa tipologia di sistemi logistici con l’operatore munito di appositi DPI visto che non è da escludere la possibilità che l’azione sanificante possa sollevare polveri sottili durante la procedura.