Euro 7: gli standard saranno molto meno restrittivi

I nuovi standard Euro 7 pronti ad arrivare nel mondo delle auto potrebbero alla fine rivelarsi molto meno drastici di quanto annunciato in precedenza

0
120

Tutte le ultime discussioni intraprese in merito ai prossimi standard Euro 7 potrebbero essere alla fine meno dure di quanto è sembrato. I nuovi limiti che verranno imposti con le novità in questione potranno infatti risultare molto meno drastici rispetto all’inizio, quando in tanti credevano addirittura che ci potesse essere una fine prematura dei motori endotermici.

Le case automobilistiche possono dunque trarre da tutto ciò una buona notizia per il futuro. L’Advisory Group on Vehicle Emission Standards (AGVES), l’ente che si occupa attualmente di mettere nero su bianco le nuove proposte riguardanti proprio il nuovo standard, a scelto di cominciare con le linee guida già verso la fine del 2020. Ad essere stati rivisti sono I limiti sulle emissioni degli ossidi di azoto così da poterli raggiungere tecnicamente. Il valore è stato aumentato da 10 a 30 mg per ogni chilometro percorso. Verranno valutate anche le emissioni nelle partenze a freddo, contrariamente a quanto stabilito in origine quando i limiti dovevano essere gli stessi in qualsiasi condizione.

Tutto ciò permette ai motori attuali e classici di continuare a sopravvivere senza scomparire di punto in bianco. Le valutazioni da parte della commissione europea saranno presentate tra pochi mesi con una scelta definitiva che arriverà entro la fine del 2021.