ENEL X e UBER per il futuro della mobilità elettrica

ENEL X e Uber consolidano una partnership per riscrivere completamente il futuro della mobilità elettrica. Si punta alla rivoluzione dei trasporti.

0
46

ENEL X e Uber consolidano una partnership per riscrivere completamente il futuro della mobilità elettrica. Si punta alla rivoluzione dei trasporti. La società continua ad espandere la propria infrastruttura in Europa ed anche all’estero consolidando  joint venture con AMP Capital per far crescere il trasporto pubblico elettrico nelle Americhe. Ora tocca a Uber. Scopriamo cosa bolle in pentola.

 

ENEL X e Uber insieme: ecco i progetti che verranno

JuiceEcoservizio che offre la possibilità ai possessori di un’auto elettrica in America di poter ricaricare utilizzando solamente energia prodotta da fonti rinnovabili, è il centro dell’azione. Speciali offerte saranno disponibili per i conducenti Uber. Si pone enfasi sul fatto che per per poter richiedere JuiceEco è necessario disporre della Wallbox JuiceBox.

Giovanni Bertolino, responsabile di e-Mobilità di Enel X North America, ha commentato l’accordo dicendo che:

“JuiceEco offre ai conducenti di veicoli elettrici la possibilità di scegliere la fonte di elettricità della loro stazione di ricarica JuiceBox. Questo prodotto si basa sul concetto collaudato secondo cui i REC forniscono un modo semplice, tracciabile ed efficace per supportare la produzione di energia rinnovabile, consentendo al contempo ai conducenti di veicoli elettrici di contribuire ai benefici positivi ambientali di un’energia pulita al 100%. Siamo lieti di collaborare con Uber e di offrire agli autisti in tutti gli Stati Uniti JuiceEco, poiché lavoriamo insieme per rendere le nostre comunità più sostenibili.”

Enel X ipotizza che se la durata media di un veicolo è di circa 200.000 miglia, sarà possibile alimentarlo con energia pulita per tutta la sua vita utile con 600 dollari.