Enel X e McDonald’s: accordo consolida l’arrivo di 200 colonnine nei fast-food

Enel X e McDonald's consolidano un accordo che sta per prevedere l'implementazione di oltre duecento punti di ricarica elettrici all'esterno dei fast-food.

0
23

Enel X e McDonald’s consolidano un accordo che sta per prevedere l’implementazione di oltre duecento punti di ricarica elettrici all’esterno dei fast-food. Le nuove colonnine stanzieranno nei pressi dei punti di ristoro garantendo uscite in potenza da 22kW in corrente alternata o 50kW in continua. Siamo già al punto di poter contare sei postazioni mentre ne arrivano ulteriori cinque. L’obiettivo è quello di offrire un array da oltre 20.000 recharge point entro il 2022. Ecco quali sono le ultime novità in merito.

 

Enel X e McDonald’s insieme per un futuro più green nei trasporti

Duecento punti di ricarica presso i parcheggi di cento ristoranti. Questo l’obiettivo prospettato dalla nuova joint venture creatasi tra Enel X e McDonald’s Italia, che rimarca quanto già proposto dalla catena di fast-food in Inghilterra.

In particolare si tratta di colonnine di ricarica JuicePole e JuicePump che daranno la possibilità ai clienti McDonald’s di ricaricare, rispettivamente, a 22 kW in corrente alternata o a 50kW in corrente continua.

Il nuovo accordo rientra in un vasto progetto che prevede la finalizzazione di 28.000 punti di ricarica in Europa entro il 2022. I punti di ricarica si potranno vedere all’interno dell’applicazione Enel X Juice Pass, attraverso la quale sarà possibile informarsi anche sullo stato di funzionamento e sulle modalità di accesso delle colonnine.

Allo stato attuale risultano attive le colonnine dei ristoranti di Desio, Eboli, Loreto, San Benedetto del Tronto, Ancona e Osimo. A questi si aggiungeranno presto Piombino, Barberino del Mugello, Alessandria, Quartu Sant’Elena e Firenze.