DUC: addio certificato di proprietà e carta di circolazione

Addio certificato di proprietà e carta di circolazione: Finalmente c'è la svolta del DUC in Italia. Arriverà a breve termine cambiando le cose.

0
79

Addio certificato di proprietà e carta di circolazione. Finalmente c’è la svolta del DUC in Italia. Arriverà a breve termine cambiando le cose. Si prospetta la trasformazione a partire da gennaio 2020 con una novità che tutti gli automobilisti stavano aspettando ormai da tempo. Annunciata oltre due anni fa è finalmente pronta la rivoluzione che porta ad una netta diminuzione dei costi e dello spreco inutile della carta. Ecco di cosa si tratta.

 

DUC dice addio ai documenti per certificato di proprietà e carta di circolazione

Il Documento Unico di Circolazione e di Proprietà si prepara al suo debutto. Con l’anno nuovo, infatti, questa novità assoluta andrà a sostituire quelli che oggi sono il Certificato di Proprietà e la Carta di Circolazione. Si parlerà di una unificazione dei documenti rispettivamente rilasciati dal Pubblico Registro Automobilistico, il PRA, gestito dall’ACI, e dagli uffici della Motorizzazione Civile.

La sintetizzazione dei documenti sostituirà quelli in vigore ad oggi con tutti i contenuti tecnici e di intestazione del veicolo conversi in un’unica soluzione validata dal PRA anche per l’eventuale cessazione dalla circolazione in conseguenza alla sua demolizione o alla sua definitiva esportazione all’estero e la situazione giuridico patrimoniale del mezzo.

Sul documento verranno riportate tutte le informazioni relative alle presenza di ipoteche o privilegi, di provvedimenti amministrativi e giudiziari che vanno a incidere sulla disponibilità del veicolo e sulla sua proprietà, annotati presso il PRA.

Non si parla solo di un documenta unico ma anche di una tariffa unica cui si farà presto corrispondere una diminuzione costi. Così verranno sostituiti i diritti di Motorizzazione e gli emolumenti per l’iscrizione o la trascrizione di ogni veicolo al Pubblico Registro Automobilistico, PRA. I documenti rilasciati in precedenza, quelli di cui siamo in possesso oggi resteranno invece validi almeno fino alla loro sostituzione, che avverrà in caso di modifiche tecniche all’auto, a variazioni varie che potrebbero richiedere aggiornamenti o al cambio di proprietario dell’auto.