Diesel e benzina addio: Danimarca chiede il blocco entro il 2040

La Danimarca ha chiesto all'UE il blocco dei veicoli Diesel e Benzina entro e non oltre il prossimo 2040. La proposta prevederà un abbandono graduale dei motori termini allo scopo di convogliare l'attenzione verso le nuove soluzioni del mercato automotive eco sostenibile. Il Paese cerca almeno 10 sostenitori europei per portare a termine il suo progetto eco sostenibile. Ecco quali sono le ultime novità.

0
48
emissioni-auto-diesel-ed-elettrico

La Danimarca ha chiesto all’UE il blocco dei veicoli Diesel e Benzina entro e non oltre il prossimo 2040. La proposta prevederà un abbandono graduale dei motori termini allo scopo di convogliare l’attenzione verso le nuove soluzioni del mercato automotive eco sostenibile. Il Paese cerca almeno 10 sostenitori europei per portare a termine il suo progetto eco sostenibile. Ecco quali sono le ultime novità.

 

Danimarca contro le emissioni nocive di Diesel e Benzina: la proposta per l’eliminazione dei veicoli

La location scandinava ha richiesto  all’Europa di vietare la vendita di nuovi veicoli diesel e benzina entro il 2040. L’obiettivo finale è quello di ridurre le emissioni di carbonio del 40% entro il 2030 con lo scopo di raggiungere la neutralità entro il 2050.

Il ministro danese per il clima e l’energia, Dan Jorgensen, vuole inibire l’azione commerciale dei motori termini concretizzando obbiettivi comuni ai Paesi Europei. Si parla della cosiddetta “rilocalizzazione delle emissioni di carbonio” della vendita di veicoli usati dall’Europa occidentale ai paesi orientali (come la Lituania, la Lettonia, la Slovenia o la Bulgaria). Qui le esportazioni di vecchi Diesel italiani raggiungono l’apice aumentando anno dopo anno. La strategia prevedere una stretta alleanza con 10 Paesi dell’Europa.

Su questa stella linea, difatti, c’è anche l’Olanda dove si è stabilito che ad Amsterdam ogni veicolo circolante sarà elettrico entro e non oltre il prossimo 2030. La Francia si è data come obiettivo il 2050. Gli alleati non mancano di sicuro mentre l’Italia ha solo tamponato la situazione prefiggendosi lo scopo di limitare la circolazione con ZTL e blocchi come quelli delle Aree B e C di Milano. Si spinge sulla mobilità eco sostenibile grazie agli eco bonus ma si è ancora molto lontani dall’obiettivo.