DHL Express: il nuovo hub logistico di Malpensa è in attivo

DHL Express di Malpensa entra nel pieno delle attività ormai da qualche giorno sebbene non sia giunto ancora nessun riscontro ufficiale da parte delle alte sfere.

0
59

DHL Express di Malpensa entra nel pieno delle attività ormai da qualche giorno sebbene non sia giunto ancora nessun riscontro ufficiale da parte delle alte sfere. Ma secondo quanto appresa da AIR CARGO ITALY il nuovo hub aeroportuale del noto corriere è in attivo presso il centro logistico lombardo. L’attività sembra sia stata avviata lo scorso venerdì con il weekend che ha visto i primi aerei giallo-rossi approdare sul piazzale del nuovo polo magazzino. Scopriamo insieme le ultime novità.

 

DHL: è già attivo il polo logistico di Malpensa

Le attività di DHL Courier Express si sono spostate dal Terminal 2 dalla nuova sede strutturalmente più ampia di Malpensa, dove sorge ora la nuova cargo city dell’aeroporto varesotto.

Nazzarena Franco, amministratore delegato di Dhl Express in Italia, ad AIR CARGO ITALY,. era intervenuto l’anno scorso spiegando che:

“il nuovo impianto permetterà di raddoppiare l’area operativa, passando dagli attuali 24.000 metri quadri ai futuri 55.000 metri quadri. Il nuovo magazzino sarà certificato LEED, per garantire gli alti standard di sostenibilità energetica ambientale. Il sistema di smistamento all’avanguardia permetterà di triplicare la capacità attuale e, grazie alla nuova tecnologia, saranno gestiti contemporaneamente servizi internazionali e nazionali”.

Aveva poi aggiunto che:

“Malpensa diventerà un hub fondamentale, all’interno di un network europeo di 85 hub e gateway, a fianco degli impianti principali di Lipsia, East Midlands e Bruxelles. La nuova centralità di Malpensa, snodo verso l’Europa, aumenterà il vantaggio competitivo per le imprese italiane”.

Gli investimenti hanno dato buoni frutti con DHL Express Italia che prevede circa 400 milioni di euro di complessivo, dei quali un quarto erano dedicato al progetto di Malpensa che apre i battenti con alcuni mesi di ritardo anche a causa dell’emergenza Covid.