Decreto infrastrutture: non arriva il permesso per i 125 in autostrada

Con il nuovo decreto infrastrutture sono arrivate delle novità ma non per i mezzi 125, i quali non potranno ancora circolare in autostrada

0
60

È stato approvato proprio durante la giornata di ieri il nuovo decreto infrastrutture, il quale ha visto la Camera dei Deputati concorde. Più decisioni sono state quindi prese, con le nuove regole per i monopattino elettrici di cui già si era parlato così come per le moto comprese quelle elettriche.

Sarà introdotto quindi un targhino per le moto enduro, così come sarà possibile utilizzare i motoveicoli per fare servizio di prima emergenza sanitaria. Non arriva però il benestare per i mezzi 125 in autostrada, cosa che in molti magari si attendevano.

I motoveicoli impegnati in competizioni motoristiche fuoristrada che prevedono trasferimenti su strada possono esporre, limitatamente ai giorni e ai percorsi di gara, in luogo delle targhe di cui ai commi 1 e 2, una targa sostitutiva costituita da un pannello auto-costruito che riproduce i dati di immatricolazione del veicolo. Il pannello deve avere fondo giallo, cifre e lettere nere e caratteristiche dimensionali identiche a quelle della targa che sostituisce ed è collocato in modo da garantire la visibilità e la posizione richieste dal regolamento per le targhe di immatricolazione. Sono autorizzati all’utilizzo della targa sostitutiva i partecipanti concorrenti muniti di regolare licenza sportiva della Federazione motociclistica italiana, esclusivamente per la durata della manifestazione e lungo il percorso indicato nel regolamento della manifestazione stessa.”