COVID, spostamenti: dalla metà di giugno 12 regioni diventano bianche

Il COVID regredisce lentamente e a quanto pare dalla prossima metà di giugno 12 regioni diventeranno bianche: ecco i dettagli

0
48

Il Covid sembra ormai battere lentamente in ritirata, anche se passeranno diversi anni per cominciare ad abituarsi ad una convivenza “pacifica”.

Allo stesso tempo però c’è da constatare un netto miglioramento, il quale ha visto l’Italia diventare interamente gialla. Ora si punta al colore bianco, quello che permetterà dunque di evitare alcune restrizioni che da ormai tantissimo tempo accompagnano il Bel Paese. Le prime regioni a vedere la luce saranno Friuli Venezia Giulia, Molise e Sardegna a partire dal prossimo 31 maggio. In questo modo si andranno a posizionare nell’area di rischio minimo, all’interno della quale non sarà previsto il coprifuoco ma solo l’obbligo della mascherina con conseguente distanziamento e sanificazione.

Entro metà giugno però potrebbero cambiare le cose: nel momento in cui la curva dovesse persistere nel suo calo attuale, le regioni a passare in zona bianca potrebbero essere 12. Al fine di poter raggiungere questo traguardo, occorreranno tre monitoraggi consecutivi con un numero minore di 50 casi settimanali ogni 100.000 abitanti.

Il prossimo appuntamento è previsto per questo venerdì 28 maggio, con un report che andrà a certificare il passaggio in zona bianca di Friuli Venezia Giulia, Sardegna e Molise a partire da lunedì. Il 7 giugno Abruzzo, Veneto, Liguria ed Umbria potrebbero raggiungere le tre regioni. Dal 14 giugno potrebbe poi essere la volta di Emilia-Romagna Piemonte, Lazio, provincia di Trento e Lombardia.