Corriere espresso, la nuova truffa che arriva nelle e-mail degli utenti

Una nuova truffa starebbe girando in questi giorni all'eterno delle mail a nome di un generico "corriere espresso", ecco come evitare di essere ingannati

0
132
Truffa Corriere espresso

Purtroppo al giorno d’oggi il mondo che gira non solo intorno al web riesce spesso a riservare alle persone problematiche non di poco conto. Le truffe sono diventate un’abitudine, soprattutto da quando i truffatori hanno trovato nuove soluzioni per ingannare gli utenti.

Durante gli ultimi giorni sono state tante le segnalazioni in merito ad una nuova e-mail truffa che starebbe girando in tutta Italia. A risentirne sarebbero soprattutto i giovani che infatti cascherebbero sistematicamente in questo inganno. La mail in questione arriva ad opera di un finto corriere espresso, il quale risulta essere molto realistico vista anche la scrittura del messaggio. L’obiettivo è semplice da intuire visto che il messaggio in questione vuole riuscire ad ottenere le credenziali della banca della persona da truffare. In questo modo sarà dunque possibile svuotare il conto corrente o le carte di credito.

 

Corriere espresso: la truffa con il solito errore in merito alla spedizione

In molti si sono ritrovati di fronte ad un messaggio proveniente da un corriere espresso che li informava di una giacenza. I truffatori giocano sul fatto che ormai quasi tutti possono ritrovarsi ad aspettare un pacco, il quale può anche capitare appunto in giacenza.

Proprio per questo la mail prosegue e tenta di truffare le persone, utilizzando una grafica molto simile a quella dello spedizioniere ordinario. La motivazione per cui il fantomatico pacco dovrebbe essere bloccato in sede, risiederebbe in un “errore del mittente nel pagamento delle spese di spedizione”. La truffa in questione richiede 4,36 € per sbloccare la situazione, cifra esigua che dunque non fa preoccupare gli utenti a primo impatto. State quindi molto attenti perché cliccando sul link vi chiederanno i dati della vostra banca.