Carburanti: tra qualche giorno i prezzi potrebbero aumentare

Tra qualche giorno appena i prezzi per i carburanti potrebbero subire un brusco aumento a fronte delle nuove disposizioni di legge.

0
73

Tra qualche giorno appena i prezzi per i carburanti potrebbero subire un brusco aumento a fronte delle nuove disposizioni di legge. Il merito, per così dire, è delle nuove accise discusse con la Manovra di Governo 2020 entro il cui contesto rientrano nuove regolamentazioni a margine della clausola di salvaguardia. Non è stata ancora confermata per via ufficiale ma ci sono alcuni dettagli da considerare.

 

Costo carburanti in ascesa: ecco gli effetti della Manovra 2020

I costo di benzina e diesel rischia di impennarsi con una possibile stangata dei prezzi che avrà inizio dal 2021 con un progressivo aumento già dal nuovo anno. Tutto è dovuto alla nuova versione riscritta della Legge di Bilancio 2020 che anno dopo anno conterà di far lievitare i prezzi fino al 2022 – 2023.

Si sta discutendo a proposito di una clausola di salvaguardia di più di 3 miliardi di euro in tre anni. Il Ministero dell’Economia e delle Finanze stima 868 milioni di euro nel 2021, 732 milioni di euro nel 2022, 1.522 miliardi di euro del 2023, 1.243 di miliardi nel 2024, il totale ammonta quindi a 3.122 miliardi di euro di aumenti. Stando alle parole del MEF:

“Il risparmio atteso stimato nella relazione tecnica alla disposizione può essere ridotto prudentemente di un importo pari a 50 milioni di euro. Pertanto dall’attuazione della proposta emendativa in esame derivano minori risparmi di spesa per 50 milioni di euro per l’anno 2020”.

Da notare che si parla pur sempre di clausola di salvaguardia. Difatti potrebbe non sortire alcun effetto pratico sui prezzi praticati. Staremo a vedere come andrà a finire a partire dal prossimo anno.