Brembo da record: primo trimestre chiuso con utile raddoppiato

Brembo, principale fornitore italiano per la componentistica delle auto, ritorna ad altissimi livelli con ricavi da record per l'ultimo trimestre

0
68

Alcuni segnali di ripresa dopo il boom della pandemia sono stati dati da Brembo, azienda che da anni risulta uno dei principali fornitori italiani in merito alle componenti per il settore automotive. I livelli sono tornati quelli che precedono l’arrivo della pandemia, con i ricavi che salgono fino a toccare un massimo storico con una grande crescita relazionata ai primi tre mesi di quest’anno.

Più in particolare Brembo avrebbe infatti ottenuto ricavi da 675,1 milioni di euro. L’azienda ha registrato infatti una crescita del 17,2% se confrontata con il primo trimestre dello scorso 2020. Ci sarebbe addirittura una crescita dell’1,2% riguardo allo stesso periodo del 2019, quando della pandemia non si sapeva nulla.

“Siamo entrati nel sessantesimo anno della Brembo con un risultato particolarmente incoraggiante”, queste le parole del presidente di casa Brembo, Alberto Bombassei.

I dati del primo trimestre mostrano infatti una ripartenza robusta e confermano il trend che ha caratterizzato gli ultimi tre mesi del 2020. Nella storia della Brembo non avevamo mai registrato ricavi così alti in un primo trimestre, che crescono non solo rispetto allo stesso periodo del 2020, ma anche e soprattutto rispetto al 2019. Nonostante lo scenario di mercato rimanga permeato da uno stato di incertezza, questi risultati ci consentono di guardare con fiducia ai prossimi mesi. Il livello degli ordinativi conferma la buona partenza dell’anno”, bisognerà allo stesso tempo tenere dritte le antenne e stare attenti ad alcuni aspetti: “il gruppo sta monitorando attentamente gli impatti della carenza di componenti elettronici sulla filiera produttiva dei propri clienti, al momento difficili da stimare“.