Bollo auto: tra qualche giorno ci sarà un cambiamento assurdo

Tra qualche giorno ci sarà un cambiamento davvero inaspettato per la gestione delle imposte per il bollo dell'automobile.

0
77

Tra qualche giorno ci sarà un cambiamento davvero inaspettato per la gestione delle imposte per il bollo dell’automobile. Si fa riferimento a quelle che sono le modifiche in programma con le nuove disposizioni del Decreto Fiscale. La grande rivoluzione sta per passare attraverso una modifica inaspettata al sistema di pagamento della tassa. Ecco che cosa bisogna sapere al riguardo.

 

Bollo Auto: adesso c’è un solo modo per pagare l’imposta di possesso dell’automobile

La novità non piace agli automobilisti e riguarda la modalità di pagamento cui tutti dovremo sottostare per quanto riguarda il bollo auto. Secondo le decisioni prese, dal prossimo anno l’unico modo per pagare la propria tassa automobilistica sarà attraverso il sistema di pagamenti elettronici alla Pubblica Amministrazione, chiamato PagoPa. Non rappresenterebbe alcun problema se non fosse per un aumento della spesa a caricvo dei contribuenti.

La suddetta soluzione, già adottata con successo dalle agenzie di pratiche auto, prevederà ulteriori spese con aumenti sulle commissioni che nel migliore dei casi prevedono 1.50 euro tramite Poste Italiane per arrivare a maturare 1,87 euro presso le tabaccherie. In questo caso non è lo Stato a guadagnare ma coloro che prestano il servizio dislocato di pagamento. Tutto ruota attorno alle nuove commissioni per la gestione di questo servizio.

Da questa settimana è scattato l’obbligo di pagamento con PagoPA anche per le immatricolazioni di nuovi mezzi e veicoli usati. Si tratta di due pratiche per cui l’automobilista deve versare un doppio pagamento, uno al PRA e l’altro per l’imposta di bollo. Purtroppo questo si traduce in doppia commissione da versare a chi ti concede il servizio di pagamento, che gestisce le transazioni, società e banche specializzate in pagamenti elettronici.

Paolo Colangelo, presidente di Confarca, associazione che rappresenta le autoscuole, spiega:

“Oggi per un passaggio di proprietà gli oneri aggiuntivi ammontano nella migliore delle ipotesi a 1.60 euro, ma possono arrivare anche a sforare i 5 euro: l’extra-costo varia a seconda dell’agenzia di pratiche auto nella quale ci si reca e in base al prestatore di servizio di pagamento a cui quest’ultima si affida”.